hamburger menu

L’ex iena Dino Giarrusso: “Addio M5S, fondo un mio movimento”

L'europarlamentare: "Sto fondando un movimento che faccia in modo che Sud e Nord siano alla pari. Stimo Conte ma non capisco il sostegno al governo Draghi"

dino_giarrusso

ROMA – L’eurodeputato siciliano Dino Giarrusso lascia il Movimento 5 Stelle. L’annuncio è arrivato da parte del parlamentare europeo a ‘Coffee Break’, su La7. “Annuncio che lascerò il M5S”, ha affermato Giarrusso, un passato alla trasmissione televisiva ‘Le Iene’. Per poi aggiungere: “Non sono io che lascio il Movimento 5 Stelle, ma è il Movimento che ha perso i suoi valori. Quei valori come la partecipazione che, invece, io conservo”.

L’ex ‘Iena’ ha spiegato di avere anche cercato un confronto con Giuseppe Conte: “Gli ho scritto un messaggio ma non ho avuto nessuna risposta”. “Già so la delusione di tantissime persone che mi scrivono e mi chiedono di non mollare – ha aggiunto – e so che farò la gioia di tanti che nel Movimento mi hanno sempre combattuto“.

IL NUOVO MOVIMENTO: “SUD E NORD SIANO ALLA PARI”

Giarrusso ha poi annunciato: “Sto fondando un nuovo movimento politico. Di Battista? No, non l’ho sentito. Ne ho parlato invece con persone fuoriuscite e scontente del M5S. Vorrei fondare un movimento politico che faccia in modo che Sud e Nord siano alla pari”. Giarrusso si è rivolto poi ai “delusi” del M5S: “Venite con noi”.

“STIMO CONTE MA NON CAPISCO IL SOSTEGNO AL GOVERNO DRAGHI”

Il parlamentare europeo ha parlato anche dei rapporti con il leader pentastellato Giuseppe Conte: “Sottolineo la mia grandissima stima e la mia gratitudine nei confronti di Giuseppe Conte, che in Europa ha saputo difendere l’Italia, ma ora siamo a sostegno dal governo Draghi e fatico a capire per quale motivo dobbiamo continuare a restarci”.

“I provvedimenti presi dal Governo – ha osservato Giarrusso -, che stanno cambiando in corsa le regole del gioco, stanno portando al fallimento di imprese e alla perdita di migliaia di posti di lavoro“.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-25T12:52:21+02:00