Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ddl Zan, tra i 170 ‘esperti’ auditi pure Platinette e Spirlì

platinette imago
Saranno auditi in Senato per approfondire (e migliorare?) il ddl Zan, ecco chi sono
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Filippo Bianchi, dell’associazione Ora et Labora, “combatte la Buona Battaglia contro le ideologie di genere” (le B sono proprio in maiuscolo, sul suo curriculum). Per Aldo Ciappi, di Vita E’, col ddl Zan “frasi tipo ‘i figli devono avere una mamma ed un papà’ sarebbero non solo passibili di denuncia come ‘omofobe’ ma anche perseguibili d’ufficio”. Chiara Atzori, infettivologa, sostenne anni fa che “la normalizzazione dell’omosessualità fosse la causa dell’aumento delle infezioni da Hiv”. L’avvocata Daniela Bianchini annuncia barricate contro una legge “liberticida, fascista e comunista, in sintesi giacobina”. Sono quattro dei centosettanta ‘esperti’ che saranno auditi in Senato per approfondire (e migliorare?) il ddl Zan. “Chi ha paura del confronto? Senza confronto non c’e’ democrazia”, dice Andrea Ostellari (Lega), presidente della commissione Giustizia. Ma con chi si dovranno confrontare senatori e senatrici? Un’occhiata all’elenco dei convocati: ProVita e famiglia (due volte), Movimento per la vita (due volte), Universitari per la vita, Vita è, Marcia per la vita, Giuristi per la vita, Scienza & vita (due volte), Parole di vita, Pontificia accademia per la vita. Donum vitae. Non si tocca la famiglia (due volte), Generazione famiglia, Centro studi famiglia, Associazione famiglia nel cuore, Famiglie numerose cattoliche, Profamilia. Associazione italiana psicologi e psichiatri cattolici, Federazione europea della associazioni medici cattolici, Unione nazionale giuristi cattolici, Università cattolica. Assemblea di Dio in Italia, la Chiesa cristiana Universale della nuova Gerusalemme, l’Osservatorio cardinal Van Thuan, Opzione Benedetto, Azione cristiani perseguitati, Associazione convergenza cristiana, Associazione Iustitia in veritate.La componente religiosa è ben rappresentata. E varia: l’Ucoii, Azione cristiana evangelica, l’Unione delle comunità ebraiche in Italia, la Chiesta apostolica, la Federazione chiese pentecostali, la Sacra arcidiocesi ortodossa d’Italia, i Mormoni (sono circa 26mila in Italia).

LEGGI ANCHE: Ddl Zan, nuovo scontro tra Pd e Lega per le 170 audizioni in commissione Giustizia

Nell’elenco, poi, ci sono anche il presidente della regione Calabria Nino Spirlì (ebbe a dire: “Dirò negro e frocio fino alla fine dei miei giorni, la lobby frocia vuole toglierci le parole”); la showgirl Platinette, contraria al ddl Zan; Riccardo Cascioli della Nuova Bussola (“La resa dei vescovi affretta la dittatura Lgbt”); Raffaella Frullone, cofondatrice delle sentinelle in piedi e animatrice di tante piazze contro il disegno di legge; don Gianandrea Di Donna; suor Anna Monia Alfieri; don Renzo Pegoraro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»