Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Berlusconi, il giudice del processo Ruby Ter: “La sua salute è altamente compromessa”

Per il giudice il processo deve andare avanti, stralciata la posizione dell'ex premier
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le condizioni di salute dell’ex premier, Silvio Berlusconi, sono altamente compromesse. Il giudice della seconda sezione penale del Tribunale di Roma, Anna Maria Pazienza, nello stabilire lo stralcio della posizione del leader di Forza Italia nel processo che lo vede imputato per presunta corruzione con Mariano Apicella (legata alla falsa testimonianza del cantante napoletano riferita alle feste organizzate ad Arcore), ha detto in aula: “E’ pervenuta un’istanza di rinvio per legittimo impedimento nella quale si dice che la situazione di salute di Berlusconi è altamente compromessa, con un generale peggioramento del quadro”.

Lo stralcio, deciso dopo una breve camera di consiglio, è stato motivato in questi termini: “L’imputato è assolutamente impedito per motivi di salute a comparire a processo”.

Ad avanzare la richiesta, nel corso dell’udienza di questa mattina, è stata la difesa dell’ex premier, l’avvocato Franco Coppi, alla quale il pm Roberto Felici non si è opposto. Il giudice, sostenendo che “la situazione di salute non è di immediata risoluzione” e che è “necessario comunque procedere con l’attività istruttoria”, ha quindi disposto la separazione della posizione di Berlusconi rinviando per lui all’udienza fissata per il 2 novembre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»