Week end di pioggia? Scopri i film da non perdere al cinema

Arriva nelle sale l'atteso live action Disney e il film di Marco Bellocchio su Tommaso Buscetta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo il film di Pedro Almodovar “Dolor y Gloria”, arrivano al cinema altri due titoli molto attesi: “Il traditore” di Marco Bellocchio e la versione live action del grande successo Disney “Aladdin”.

ALADDIN

Il regista Guy Ritchie (Sherlock HolmesOperazione U.N.C.L.E.) firma la rivisitazione del celebre classico d’animazione del 1992 con Will Smith (AlìMen in Black) nei panni dell’incredibile Genio, in grado di esaudire tre desideri per chiunque entri in possesso della sua lampada magica. Girato negli studi di Londra e nelle meravigliose location desertiche della Giordania, il film vanta una colonna sonora composta dall’otto volte Premio Oscar Alan Menken.

LEGGI LA RECENSIONE RECENSIONE | “Aladdin”, la svolta femminista di un classico Disney

IL TRADITORE

Vendette e tradimenti al centro del nuovo film di Marco Bellocchio in concorso al Festival di Cannes. “Il traditore”, nelle sale dal 23 maggio, racconta la storia del il primo grande pentito di mafia, Tommaso Buscetta, l’uomo che per primo rivelò i segreti della’piovra’, cambiando per sempre i rapporti tra Stato e criminalità organizzata.
 

Nei panni del ‘boss dei due modi’, secondo una prospettiva inedita (quella del traditore appunto), troviamo Pierfrancesco Favino. Il film è un racconto fatto di violenze e di drammi, che inizia con l’arresto in Brasile e l’estradizione di Buscetta in Italia, passando per l’amicizia con il giudice Falcone e gli irreali silenzi del Maxiprocesso alla mafia. Ed è proprio nel momento in cui la giustizia sembra aver segnato un punto, che Cosa Nostra ricorda a Buscetta e all’Italia che la sua sconfitta è ben lontana. Scoppia la bomba a Capaci e Buscetta alzerà il tiro facendo il nome di Andreotti: un tragico boomerang che lo costringerà a fuggire dall’Italia per sempre.

L’ANGELO DEL MALE – BRIGHTBURN

Per gli amanti del brivido, da questo week end in sala anche l’horror  “L’angelo del male – Brightburn” con David Denman, Elizabeth Banks e Jackson A. Dunn. Il film racconta le vicende inquietanti di un bambino arrivato sulla terra da un altro mondo che invece di essere un eroe si rivela una presenza minacciosa e pericolosa. L’angelo del male – Brightburn è una rivoluzionaria versione di un genere completamente nuovo: i supereroi horror.

UNA VITA VIOLENTA

Presentato con successo alla Semaine de la Critique a Cannes, “Una vita violenta” è il secondo lungometraggio di Thierry de Peretti, che con quest’opera torna a raccontare la sua terra. Il film racconta l’ascesa e la caduta di un giovane che negli anni ’90 ha l’ambizione di cambiare la politica della sua isola, la Corsica, ma il suo impegno, sincero quanto violento, sarà infranto per la lotta tra clan e mafie locali.

ASBURY PARK: LOTTA, REDENZIONE, ROCK AND ROLL

L’appuntamento con la musica è nei cinema italiani il 22, 23 e 24 maggio con Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock and Roll, per rivivere la storia tormentata ed emozionante di Asbury Park, fucina di talenti per il rock e il soul, e il racconto di come la musica abbia il potere di unire anche una comunità divisa.  Un tempo rinomata stazione balneare, nell’estate del 1970 Asbury Park fu travolta dalle rivolte razziali che paralizzarono la città per i successivi 45 anni, trascinandola sull’orlo del baratro e riducendola in uno stato di totale degrado urbano. In una Asbury letteralmente divisa in due, la rivolta distrusse la leggendaria scena jazz e blues del westside. Ma dalle ceneri della città in fiamme, emerse l’iconico suono del Jersey.

Il docu-film portalo lo spettatore nel leggendario UPSTAGE, il club psichedelico famoso per gli ‘after hours’, dove iniziarono a suonare, i suoi figli nativi: Steven Van Zandt, Southside Johnny Lyon, David Sancious e Bruce Springsteen, che proprio nella cittadina costiera del New Jersey ha cominciato la sua straordinaria carriera musicale. Rimasto chiuso per oltre 45 anni, l’Upstage rappresenta una perfetta sintesi di quel Club, crocevia per i giovani talenti e oggi uno degli straordinari luoghi narrati dal documentario, ricco di interviste e inedite performance.Così Asbury Park vive finalmente la sua attesa rinascita ed è proprio la musica ad averla strappata alla morte.

L’atteso evento cinematografico includerà filmati mai visti prima, come quelli del leggendario concerto sold out al Paramount Theatre, che vide Little Steven, Southside Johnny, Springsteen e le Upstage All-Stars sfidarsi a riff di chitarra con “il futuro della musica di Asbury”: un gruppo di rocker di 11 anni che sono la prova vivente che ‘i migliori giorni’ per la città potrebbero semplicemente essere davanti a noi. 

TAKARA – LA NOTTE CHE HO NUOTATO

Presentato in concorso nella sezione “Orizzonti” alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, e successivamente al Detour – Festival del Cinema del Viaggio, il film è un racconto pieno di lirismo, che parla di affetti e avventura, una favola senza tempo. Un film grazie al quale anche gli adulti torneranno bambini, immedesimandosi nel piccolo protagonista, ritrovandosi nella sua vitalità e riflettendo sulle sue difficoltà.

Dietro la macchina da presa il duo franco-giapponese composto dai registi Damien Manivel e Igarashi Kohei, che raccontano la candida Odissea del piccolo Takara (interpretato dal giovanissimo Takara Kogawa, al suo esordio sul grande schermo) che una mattina, invece di recarsi a scuola, decide di andare a trovare il padre al mercato del pesce dove lavora: il bambino vivrà così una giornata all’insegna della scoperta e della meraviglia.

FORSE È SOLO MAL DI MARE

Commedia di Simona De Simone, che segna il ritorno sul grande schermo di Maria Grazia Cucinotta. Protagonisti un padre e una figlia, la madre che lascia la famiglia e un’insegnante che arriva. I grandi personaggi di un piccolo paese sullo sfondo di un’isola sospesa tra arrivi e partenze.

 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»