Roma, riapre al Pigneto il Nuovo Cinema Aquila

All'inaugurazione il regista Guido Chiesa, l'attrice etiope Tezeta Abraham e l'attore Francesco Pannofino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il 27 maggio riapre al Pigneto il Nuovo Cinema Aquila. La Sala cinematografica – chiusa da giugno 2015, un bene sottratto alla mafia – viene restituita al territorio dopo un percorso di partecipazione voluto dal Campidoglio. Le istanze dei cittadini sono state inserite nel bando comunale vinto in prima battuta dai gestori del Kino, poi esclusi per una irregolarità, a cui è subentrata la Cinema mundi, che prende in gestione la struttura con la direzione artistica di Mimmo Calopresti. La riapertura “è il prodotto di un modo di lavorare che mette insieme Assemblea capitolina, governo del territorio e cittadini. Il lavoro fatto è prezioso e si possono estrarre indicazioni di carattere generale. Non è un cinema e basta, ma un luogo vissuto da chi vive lì come un simbolo e un riferimento. Rimettiamo nel circolo della città non solo un cinema ma un luogo in cui si fa anche cinema, un luogo di incontro e informazione che dà risposte che i circuiti di cinematografia ordinaria faticano a dare”, ha tenuto a dire il vicesindaco di Roma con delega alla Crescita culturale, Luca Bergamo, che ha presentato il nuovo corso dell’Aquila insieme alla presidente della commissione Cultura, Eleonora Guadagno, il presidente del V Municipio, Giovanni Boccuzzi, il presidente della Cinema mundi, Domenico Vittucci, e Mimmo Calopresti.

Tra gli ospiti della serata inaugurale di venerdì, annunciati dal Campidoglio la sindaca di Roma, Virginia Raggi, il regista Guido Chiesa, l’attrice etiope Tezeta Abraham e l’attore Francesco Pannofino, da sempre sostenitore della riapertura della sala. La programmazione partirà sabato 26 maggio con il 32esimo Festival del Cinema Latino Americano di Trieste. I costi del biglietto saranno di 6 euro i giorni feriali, 7 i festivi e i week end e 4 euro i festival e le rassegne.

BERGAMO: “DAVANTI CINEMA AQUILA IPOTESI PIAZZA SENZA MACCHINE”

“Se, come tutti auspichiamo, il Cinema Aquila funzionerà come luogo di aggregazione, ci sarà lo spazio per ragionare su come sottrarre l’area esterna alle macchine e farla diventare una sorta di piazza“. Ad annunciarlo è il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, in occasione della presentazione della riapertura del Cinema Aquila, al Pigneto. A chi gli chiede se l’idea sia quella di chiudere al traffico quella parte di via L’Aquila, Bergamo risponde che “siamo nel campo della fantasia, ma questo non vuol dire che non si possa ragionare sulla mobilità”.

Leggi anche

Il Campidoglio pensa alla ‘Rete dei Cinema di Roma Capitale’ per dire stop alla chiusura delle sale

Cinema America, salva l’arena di San Cosimato: si sposta al Liceo Kennedy

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»