VIDEO| 25 aprile, Bella ciao in ogni casa: risuona il canto dai balconi d’Italia

L'Italia canta Bella ciao dai balconi (o in rete) seguendo la proppsta dellAnpi per questo 25 aprile in quarantena
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Dai balconi della Garbatella, al violinista di Bologna, al basso di Saturnino a Palazzo Marino: l’Italia canta Bella ciao in ogni casa, su invito dell’Anpi, e i social amplificano la eco in ogni angolo del Paese. “È tornato il bravissimo ‘violinista sul balcone’ per una bellissima “Bella Ciao””, postano su twitter dal capoluogo emiliano romagnolo.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, 25 aprile senza piazze: ma i partigiani non s’arrendono. L’idea è “Bella ciao” dai balconi

Stella Casola, dottoranda in filosofia politica, intona l’inno della Resistenza. “Anche se questo 25aprile2020 non possiamo stare in piazza a cantare, alla fine poco importa perché tutta Italia è la nostra piazza e canta BellaCiao”, scrive su twitter.

 A Milano Saturnino, il musicista, storico collaboratore di Jovanotti, suona Bella Ciao dal balcone del municipio. Al suo fianco il sindaco Beppe Sala.

LEGGI ANCHE: VIDEO | 25 aprile, sindaco e giunta cantano Bella Ciao dai balconi del Comune di Napoli

 Fa il giro dei social il canto collettivo della Garbatella, con tricolori e bandiere rosse dalle finestre e dai balconi dello storico quartiere romano, teatro della Resistenza (video da twitter Rete Sole).

C’e’ anche chi come Bonnie, “atea, lesbica, femminista, studiosa delle gender theory, anticlericale, antifascista, ma ho anche dei difetti”, non avendo un balcone canta e suona dal balcone di casa. Le fa eco Teresa Del Sole, al sax, dal profilo di Radio 1088.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»