fbpx

Tg Pediatria, edizione del 25 aprile 2019

DISTURBO EVITAMENTO CIBO PUÒ RIGUARDARE FINO A 2% BIMBI

L’Arfid è il disturbo dell’evitamento e della restrizione alimentare e può riguardare anche i bambini. Il tema sarà al centro della sessione ‘Nutrizione’, in programma il 30 maggio al 75esimo congresso di pediatria della Sip a Bologna. Alla Dire Giuseppe Banderali, primario di Pediatria dell’Ospedale San Paolo di Milano, ricorda che al momento esistono solo dati preliminari sull’incidenza del disturbo in Italia, ma che potrebbero attestarsi tra l’1 e il 2% della popolazione infantile.

DIABETOLOGIA, LA RICERCA PUNTA SUL PANCREAS ARTIFICIALE

Nella diabetologia la ricerca scientifica punta sulla tecnologia “per riuscire ad ottenere un pancreas artificiale efficiente che possa dare tutto ciò di cui il piccolo paziente ha bisogno”. A dirlo è Stefano Cianfarani, responsabile della UOC di Diabetologia dell’Ospedale Bambino Gesu’ e ordinario di Pediatria dell’Università Tor Vergata.

A BREVE LINEE GUIDA SIP SU OTITE MEDIA ACUTA

È stato presentato in anteprima, all’ultimo congresso della Sip, l’aggiornamento delle Linee Guida per la Gestione dell’Otite Media Acuta in età Pediatrica. “Il documento, sviluppato secondo la metodologia Grade e in accordo con le direttive del Sistema Nazionale Linee Guida, sarà diffuso a breve”, assicura Paola Marchisio, presidente della sezione lombarda della Sip. Le raccomandazioni consigliano un uso giudizioso degli antibiotici fra i pediatri italiani, indicano le corrette molecole da utilizzare, prediligendo quelle a spettro ristretto, e specificano la durata ottimale del trattamento nelle diverse circostanze cliniche. Sono inoltre raccomandati gli strumenti per una corretta diagnosi e gli interventi per la prevenzione delle recidive in quella porzione, non trascurabile, di popolazione pediatrica che presenta numerosi episodi di otiti ricorrenti.

PUGLISI (PD): EUROPA CI AIUTI SU CARENZA PEDIATRI E SPECIALIZZAZIONI

“Un grande problema nel nostro paese è la carenza di medici pediatri. Tema di cui mi sono occupata più volte in Senato cercando di ottenere maggiori numeri per l’accesso alle specializzazioni”. Parte da qui la riflessione di Francesca Puglisi, candidata per il Pd alle europee nella circoscrizione Nord-Est, che vede nell’Europa una possibilità per reperire risorse su formazione e ricerca in ambito pediatrico.

IN USA 10% ADOLESCENTI CON OBESITÀ GRAVE, CRESCE LA CHIRURGIA

Negli Stati Uniti è in continuo aumento il tasso di obesità infantile in età pediatrica, con una prevalenza di obesità grave tra gli adolescenti che si avvicina al 10%. Da qui l’uso crescente della chirurgia metabolica e bariatrica. In letteratura sono presenti numerosi risultati prospettici e multi-istituzionali a lungo termine che esaminano la perdita di peso dopo la chirurgia, evidenziando sia la significativa prevalenza di malattie comorbili correlate all’obesità di base (come l’ipertensione, la steatosi epatica, l’apnea ostruttiva del sonno e la malattia renale cronica), sia prove evidenti di una riduzione della comorbilità nel periodo postoperatorio, compresi miglioramenti in un numero di fattori di rischio definiti di malattia cardiometabolica. Una conferma dallo studio ‘Disabilità intellettiva e chirurgia bariatrica per adolescenti: supporto dei criteri speciali di ammissibilità’, pubblicato su Pediatrics.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

25 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»