hamburger menu

Siria, Mogherini: “Iran, Russia e Turchia hanno responsabilità del cessate il fuoco”

"I tre garanti di Astana” hanno “la responsabilità politica ma anche l’interesse di farlo funzionare"

Pubblicato:25-04-2018 14:32
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 12:48
Canale: Europa
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BRUXELLES – “I tre garanti di Astana” hanno “la responsabilità politica ma anche l’interesse di far funzionare il cessate il fuoco” anche per quanto riguarda “l’accesso umanitario che deve essere garantito” ha dichiarato l’alta rappresentante per la politica estera Federica Mogherini in occasione del meeting oggi a Bruxelles dedicato alla questione siriana.
“Oggi più di ottanta tra organizzazioni internazionali e paesi si riuniscono per dare il proprio impegno politico e finanziario per i siriani” ha dichiarato Mogherini.
“Ci dobbiamo mobilitare sia per iniziare un percorso politico che possa sfociare in delle negoziazioni con il governo siriano, sia per implementare gli aiuti militari in Siria e più in generale nella regione”.

L’Ue ha stanziato più di 11 miliardi di euro per i siriani e per l’intera regione mediorientale

“Dobbiamo proteggere la popolazione civile: l’accesso ai beni di prima necessità e garantire ai bambini di poter proseguire la propria istruzione sono tra gli obbiettivi primari del nostro piano di azione” ha ribadito Mogherini. “Nessun tipo di contributo finanziario in termini di ricostruzione sarà mai possibile in Siria da parte della comunità internazionale se non iniziamo delle negoziazioni significative con Damasco” ha sottolineato l’alta rappresentante.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T12:48:57+01:00