NEWS:

In autostrada da Kiev a L’viv, code di profughi sulla via dell’Europa

Alla Dire altri testimoni confermano le notizie su incendi in alcuni palazzi nel settore di Darnytskyi, dopo l'abbattimento di un caccia russo nella notte

Pubblicato:25-02-2022 11:00
Ultimo aggiornamento:25-02-2022 11:02

FacebookLinkedIn

(Foto da profilo Tw Esercito dell’Ucraina)

ROMA – “Sulla strada da L’viv a Kiev questa mattina si incontrano tanti profughi in viaggio; dalle targhe delle automobili si capisce che arrivano sia dalla capitale che dalla regione circostante: puntano tutti a ovest“. Così all’agenzia Dire fonti in Ucraina che si stanno spostando in macchina. “La situazione cambia di minuto in minuto” continua il racconto. “Le sirene dell’aereonautica hanno suonato per il rischio di bombardamenti sia a Kiev che in città distanti dalla capitale fino a cento chilometri”.

LEGGI ANCHE: Ucraina, ragazzi in treno verso l’Europa: “A L’viv più sicuro”

FOTO | Ucraina, da Milano a Palermo manifestazioni e palazzi illuminati per la pace

LIVE | Missili su Kiev, combattimenti nella periferia. Zelensky: “Ucraina sola a difendersi, io obiettivo numero uno”

Secondo le fonti, partite stamane da L’viv, le persone che viaggiano in senso inverso sono perlopiù profughi interni, costretti o spinti a lasciare case, città o villaggi dall’allarme per i bombardamenti e dalla preoccupazione per l’offensiva militare avviata dalla Russia ieri.

Secondo le fonti, “anche domani sarà pesante e i prossimi due giorni saranno decisivi per capire cosa accadrà”. Alla Dire altri testimoni confermano le notizie su incendi in alcuni palazzi nel settore di Darnytskyi, dopo l’abbattimento di un caccia russo nella notte.

Resoconti giungono poi da Dnipro, a est della capitale, e ancora dal settore prossimo a Lugansk, più vicino alle regioni delle “repubbliche popolari” proclamate nel 2014 dai separatisti filo-russi. “Tutta la regione è stata molto bombardata” riferiscono alla Dire. “Prevediamo tentativi di avanzare, anche se l’esercito e i militari ucraini stanno organizzando la difesa”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it