Coronavirus, Eap Fedarcom: “Gratis corso Ecm per operatori sanitari”

Attraverso la piattaforma www.ecmcorsieap.it fruibile on demand su tutto il territorio nazionale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Prima azione di responsabilità sociale in piena emergenza sanitaria nazionale. Attraverso la piattaforma www.ecmcorsieap.it fruibile on demand su tutto il territorio nazionale, l’agenzia formativa EAP Fedarcom – fedele alla sua missione di promozione del sapere diffuso – rende disponibile senza nessun costo il corso “Il nuovo Coronavirus”.

LEGGI ANCHE

In Campania quarantena fiduciaria contro la diffusione del Coronavirus

Coronavirus, Borrelli fa il punto: “Contagiati 283, sette morti, una persona guarita”

IL CORSO

Il corso, fruibile esclusivamente online e composto da un’introduzione e da 4 moduli, è rivolto ai professionisti medici e agli operatori sanitari e permette il rilascio di 3,6 crediti ECM per la formazione obbligatoria, in quanto EAP Fedarcom è provider accreditato dal Ministero della Salute. Il corso, curato dal medico chirurgo Luigi Quattrini, ha l’obiettivo di fornire una panoramica completa sull’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19, ritenuta tematica di interesse nazionale. Per accedere al corso occorre registrarsi alla piattaforma www.ecmcorsieap.it, accessibile da qualsiasi device, 24 ore su 24.

Con l’erogazione gratuita del corso su una tematica di grande attualità, in continua evoluzione e interesse per il Paese, EAP Fedarcom rafforza il suo impegno nella promozione dell’aggiornamento delle competenze avvalendosi delle attuali evidenze scientifiche messe a disposizione dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’iniziativa è nata grazie anche alle sollecitazioni provenienti da Cifa Italia e da Confsal, firmatarie dei contratti collettivi nel settore sanitario insieme alla federazione Fials di imprese e lavoratori, per incrementare l’informazione e la consapevolezza a vantaggio della prevenzione e tutela della salute collettiva.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»