Coronavirus, i meme sull’Amuchina impazzano sui social

La psicosi da contagio ha fatto schizzare il prezzo del disinfettante alle stelle, e sul web la cosa non è passata inosservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

















Precedente
Successivo

ROMA – Scaffali dei supermercati vuoti, strade deserte, mascherine e disinfettanti a ruba. E’ lo scenario che da qualche giorno sta caratterizzando il Nord Italia, ma non solo. La psicosi da Coronavirus si sta infatti espandendo per tutta la penisola, e mentre si discute sull’utilità o meno di indossare le mascherine, tutti gli esperti sono concordi sul fatto che l’igiene delle mani sia fondamentale per evitare la trasmissione del virus. Cosi, mentre alcuni sperimentano ricette fatte in casa volte al risparmio, in molti si sono precipitati a comprare l’amuchina, noto disinfettante per le mani, facendo schizzare alle stelle il suo prezzo. 

LEGGI ANCHE:

Tra truffe e fake news, ecco la ricetta dell’Oms per l’amuchina ‘fatta in casa’

Coronavirus, in Emilia-Romagna la Lega invoca l’intervento di Bonaccini contro il ‘caro-amuchina’

I MEME SULL’AMUCHINA

Per questo motivo il disinfettante è diventato il protagonista indiscusso di tanti meme che stanno impazzando sui social, volti a esorcizzare con una risata il panico da contagio. Ecco allora che portare una bottiglia di amuchina, al posto di un buon vino, diventa preferibile se invitati a cena a casa di amici, e che Paperone, visto il loro valore, ha deciso di sostituire le monete del suo tesoro con bottigliette di disinfettante, in cui fare il celebre bagno. Non mancano poi le citazione cinematografiche, da ‘Il signore degli anelli’, con Gollum che sceglie di fare dell’amuchina ‘il suo tesoro’, al pagliaccio protagonista dell’horror ‘It’ che attira i bambini nel tombino offrendo, al posto del palloncino rosso, una ricompensa molto più allettante di questi tempi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»