Coronavirus, in Emilia-Romagna la Lega invoca l’intervento di Bonaccini contro il ‘caro-amuchina’

"Sul web stiamo assistendo a speculazioni assurde sui prodotti considerati anti-contagio coronavirus, come mascherine e gel per le mani"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – La Lega chiede l’intervento della Regione Emilia-Romagna contro il caro-mascherine su internet.

“Sul web, sui siti di e-commerce, stiamo assistendo a speculazioni assurde sui prodotti considerati anti-contagio coronavirus, come mascherine e gel per le mani, che vengono venduti a prezzi fuori da ogni logica“, scrivono in una nota i consiglieri regionali del Carroccio Stefano Bargi e Matteo Rancan.

“La stampa ha parlato di aumenti del 650% per i gel disinfettanti e del 1.700% per le mascherine: una situazione vergognosa e inaccettabile che riteniamo debba essere affrontata al piu’ presto. Per questo chiediamo al presidente Stefano Bonaccini che la Regione Emilia-Romagna si attivi per vigilare con attenzione e fermezza sull’aumento sconsiderato dei prezzi di questi prodotti e non tardi a denunciare alle autorita’ giudiziarie gli speculatori“.

Scrivono ancora i leghisti: “Stiamo assistendo a uno scenario di psicosi generalizzata a fronte della quale non sono tardate ad emergere speculazioni intollerabili e inaccettabili, che chiediamo vengano stroncate con fermezza e immediatamente. Pertanto un intervento della Regione-Emilia-Romagna non e’ solo necessario quanto anche indifferibile”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»