Firenze, Pd e M5s litigano anche sulla sigla di Heidi

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print FIRENZE - "Ma che magnifico mondo è qui". No, "qui
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Ma che magnifico mondo è qui”. No, “qui c’è un mondo fantastico”. A Firenze la polemica tra il Movimento 5 Stelle e il Pd corre anche sulla sigla del celebre cartone animato Heidi. Succede in Consiglio comunale, durante la discussione sulla relazione di fine mandato presentata dal sindaco Dario Nardella. Prende la parola Silvia Noferi, unica portabandiera dei 5 Stelle rimasta nel gruppo, e attacca: “La sua rappresentazione della città mi fa tornare in mente la canzone di Heidi, ‘ma che magnifico mondo è qui’. Manca solo di vedere le caprette in piazza Duomo, poi mi sarei vista tra le montagne di quel cartone animato”. In aula, tra i banchi della maggioranza c’è chi sorride e Cristina Giachi, vicesindaco con delega alla Scuola, sbotta ‘fuori verbale’: “Neppure i fondamentali sapete. Non sapere citare neppure Heidi“. La sigla “non dice ‘ma che magnifico mondo è qui’, ma ‘qui c’è un mondo fantastico’”. Poi è la consigliera ‘dem’ Benedetta Albanese a rimarcare al microfono la topica su cui è incappata la grillina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»