Burkina Faso, oltre mille scuole chiuse per il rischio violenze

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Misure per garantire la sicurezza degli alunni delle
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Misure per garantire la sicurezza degli alunni delle scuole rispetto al rischio di incursioni e violenze da parte di gruppi armati sono state promesse dal governo del Burkina Faso.

Il contesto, riferisce la stampa locale, è una crisi politico-militare che sta compromettendo il diritto allo studio di migliaia di bambini e ragazzi.
Secondo stime del governo, rilanciate dall’emittente locale ‘Ouaga Fm’, al 15 febbraio l’emergenza stava impedendo di frequentare le lezioni a ben 154.233 studenti afferenti a 1135 scuole.

Gli insegnanti da mesi hanno sospeso le lezioni in attesa che il governo annunci la messa in sicurezza degli edifici per prevenire le incursioni e difendere i civili.

“Se ci venisse garantita un minimo di sicurezza, penso che potremmo tornare in classe” ha detto Donatien Ouedraogo, un maestro che lavorava nella provincia settentrionale di Soum, intervistato dall’emittente radio ‘Radio France Internationale’ a Ouagadougou. Come lui sono oltre mille gli insegnanti in attesa in tutto il Paese.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»