Roma, Antonio Casamonica condannato a 7 anni per il raid al Roxy bar

L'episodio è dell'1 aprile scorso, quando venne aggredita la disabile Simona Rossi. Riconosciuta l'aggravante del metodo mafioso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Antonio Casamonica è stato condannato dai giudici della sesta sezione penale del Tribunale di Roma a sette anni di reclusione per avere aggredito la disabile Simona Rossi, durante il raid dello scorso 1 aprile nel Roxy Bar di via Salvatore Barzilai. Il collegio ha riconosciuto l’aggravante del metodo mafioso al reato di violenza privata contestato all’imputato. Ad ottobre dello scorso anno tre componenti della famiglia Di Silvio erano già stati condannati per lo stesso episodio con rito abbreviato e anche in quella circostanza il tuo aveva attribuito l’aggravante del metodo mafioso.

Il pm Giovanni Musarò aveva chiesto una pena di sette anni e quattro mesi e tre anni di libertà vigilata dopo l’espiazione della pena.

RAGGI: CASAMONICA CONDANNATO A SETTE ANNI, GIUSTIZIA È FATTA

“Ricordate l’aggressione nel bar della Romanina? Antonio Casamonica è stato condannato a 7 anni per lesioni e violenza privata aggravate dal metodo mafioso. Giustizia è fatta. #NonAbbassiamoLoSguardo”. Lo scrive su twitter il sindaco di Roma, Virginia Raggi.

ZINGARETTI: UNITI SI VINCE CONTRO LE MAFIE

“La sentenza sul Roxy Bar è un’ottima notizia. Si riconosce il coraggio di due donne che hanno infranto il muro di omertà. Solidarietà ai magistrati e giornalisti minacciati dopo la sentenza. Uniti si vince contro le mafie”. Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»