Sanità. Emiliano a sindacati medici: “Dannoso essere assenti a confronto”

BARI - Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

michele emilianoBARI – Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha risposto così alla lettera aperta firmata dai sindacati medici (Anaao Assomed, Fimmg, Cimo, Aaroi Emac, Fp Cgil medici, Fvm, Fassid, Cisl medici, Fesmed, Uil Fpl medici, Anpo, Ascoti, Fials medici e Ussmo) in relazione alla presentazione del Piano di riordino ospedaliero: “Solo ieri è stata conclusa con Cgil Cisl e Uil – organizzazioni alle quali appartengono alcune delle sigle firmatarie della lettera che ho ricevuto stamane – una bellissima giornata di lavoro nella quale ho recepito integralmente un documento assai pregevole delle suddette sigle sindacali che farà parte del Piano di riordino”.
“La stessa cosa- prosegue Emiliano- si accingono a fare sabato mattina altre sigle sindacali, attraverso i loro rappresentanti che ho invitato a produrre anche documenti scritti. Il Piano prenderà esistenza solo lunedì prossimo, durante la Giunta, e costituirà comunque solo una cornice generale richiesta dalla legge in termini cogenti. Nulla vieta dunque che le vostre organizzazioni, sabato mattina, partecipino alla messa a punto del Piano di riordino, depositando documenti suscettibili di essere valutati ai fini dell’inserimento nel Piano“.
Essere assenti- aggiunge- sarà dannoso per l’amministrazione certamente, ma anche per la vostra possibilità di incidere sull’atto che stiamo per adottare. Cogliere occasioni come questa significa avere voce in capitolo e determinare le scelte che stiamo per compiere. Mi auguro dunque di incontrarvi sabato per ricevere il vostro contributo e le vostre proposte”.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»