Turismo. Adesso gli under 30 scelgono le terme

Da Nord a Sud, il fenomeno è in costante crescita. Tra le regioni in cima alla lista del turismo termale Toscana e Sicilia, seguite da Campania e Calabria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bano_vignoni

ROMA – Il turismo del benessere si diffonde anche fra i giovani. Alle terme non si vedono più solo turisti maturi e nonni a bordo piscina, ma anche ragazze e ragazzi che scelgono questo segmento per addii al nubilato, per festeggiare traguardi importanti (come la fine degli esami universitari o una promozione a lavoro) o, semplicemente, per rigenerarsi. A sottolineare il nuovo appeal che Spa naturali &co hanno fra gli under 30 è il portale di viaggi e turismo PaesiOnLine.

Da Nord a Sud, il fenomeno è in costante crescita. Tra le regioni in cima alla lista del turismo termale Toscana e Sicilia, seguite da Campania e Calabria. Le terme libere più amate e frequentate risultano essere quelle toscane, in particolare Saturnia, località della provincia di Grosseto, amata per le sue suggestive Cascatelle, e quelle della Val d’Orcia, Bagno Vignoni (con una particolarissima vasca di grandi dimensioni che si trova proprio nel cuore del suo centro storico) e Bagni San Filippo, riconoscibili per le bianchissime e imponenti formazioni calcaree.

Al Sud, in Campania a farla da padrona è Ischia. L’Isola Verde ha il suo punto di forza nelle calde acque termali che sgorgano in modo del tutto naturale presso la Baia di Sorgeto, una spiaggia quasi nascosta alla quale si accede attraverso una lunga scalinata che immette in un favoloso mondo di benessere (gratuito). Anche la Calabria ha il suo piccolo paradiso terrestre, che si trova non lontano dal centro abitato di Cerchiara di Calabria conosciuto anche come Grotte delle Ninfee. Qui l’acqua termale scorre attraverso dei veri e propri canyon sgorgando ad una temperatura costante di circa 30°. Due, invece, le località termali gettonate in Sicilia, a Vulcano e Pantelleria. Delle due isole, la prima è famosa per le sue piscine colme di fanghi sulfurei che ogni anno attirano moltissimi turisti da tutto il mondo. Sulla seconda, invece, le terme occupano i resti di una caldera vulcanica ed hanno la forma di un lago, quella dello Specchio di Venere, nelle cui acque si mescolano sia sorgenti sulfuree sia fanghi naturali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»