Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Governo, Bettini: “Nessuna rigidità verso Renzi. Ma lui ha staccato la spina”

Il dirigente del Pd spiega che "il Pd è il partito dell'unità"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Siamo in una situazione di grande movimento mi dispiace che qualcuno accusi il Pd di avere una rigidità verso Renzi ma questo è destituito di fondamento. Noi abbiamo solo preso atto della situazione, il Pd in questi mesi è stato il partito della responsabilità e abbiamo aperto piu’ volte a Renzi”. Lo dice Goffredo Bettini (Pd) a ‘Omnibus’ su La7, spiegando che “il Pd è il partito dell’unità“, mentre è stato “Renzi a staccare la spina non il Pd. E ora la situazione è complicata”.

FASE NUOVA, MA CONTE È IMPRESCINDIBILE

“Credo che non ci sia altra possibilità che di partire da Conte, un governo nuovo che parli al Paese e dia il senso di una fase nuova della politica italiana. Conte è imprescindibile, non c’e’ nessun motivo per levare Conte”. Lui “ha rimesso il Paese sui binari dell’Europa, ha diviso il populismo, quello mite dei 5 stelle dall’altro“, aggiunge Bettini.
“La politica cambia, le persone cambiano sulla base dell’esperienza e Conte è sempre stato un democratico. Ha portato un pezzo del populismo nel solco dell’europeismo, non avremmo avuto il Recovery fund, saremmo stati isolati e autarchici e non avremmo affrontato il virus con la scienza ma con i pregiudizi”.

RICORSO AL VOTO? PD LA CONSIDEREREBBE UNA SCIAGURA

“Oggi se si parla di voto la responsabilità è di chi ha staccato la spina e faremo di tutto per evitarlo. Noi pensiamo all’Italia non ai gruppi parlamentari, il Pd la considererebbe una sciagura. Ora la questione non è Conte o morte, non arriviamo a questo. Conte non si immola e la sua decapitazione non sarebbe capita dal nostro elettorato”. Lo dice Goffredo Bettini (Pd) a ‘Omnibus’ su La7, che ricorda che in ogni caso quello del voto è un tema che “spetta alla saggezza del presidente Mattarella che finora è stato saggissimo, che senza condizionare ha fatto capire le sue preoccupazioni. L’ha fatto e continuerà a farlo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»