Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Garante privacy al DIG.eat 2021: “Europa sfuggita a tentazione biosorveglianza”

computer
Lo ha detto Pasquale Stanzione, in un talk speciale realizzato in occasione del DIG.eat 2021, il più grande evento sul digitale promosso da ANORC e Digital & Law Department
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Durante la pandemia l’Europa ha dimostrato di saper coniugare esigenze di sanità pubblica e diritti individuali sfuggendo alla tentazione delle scorciatoie tecnocratiche della biosorveglianza. La protezione dei dati ha rilevato e rivelato al meglio la sua funzione sociale e il suo carattere mite, una sorta di soft law, capace cioè delle modulazioni e della flessibilità necessarie alla tutela dell’interesse collettivo. Però guai a considerare questa vittoria grandissima e innegabile come definitivamente acquisita perché le conquiste in termini democratici non devono mai considerarsi processi conclusi ma vittorie da rinnovare giorno per giorno”. Così il Presidente dell’Autorità Garante della protezione dei dati, Pasquale Stanzione, in un talk speciale realizzato in occasione del DIG.eat 2021, il più grande evento sul digitale promosso da ANORC e Digital & Law Department.
La trasmissione dell’intervista integrale, realizzata con il supporto della DiRE, sarà disponibile sarà disponibile a partire da martedì 26 gennaio alle ore 10 su piattaforma dedicata (https://www.digeat.it/event/talk-speciale-con-pasquale-stanzione/).

Nell’intervista il Presidente affronta alcuni temi attualissimi come il caso dei nuovi termini di utilizzo di Whatsapp, “una vicenda- dichiara- che dimostra quanto sia stato lungimirante il Regolamento europeo (GDPR, ndr). Esso con una previsione innovativa dispone la sua stessa applicazione anche ai titolari del trattamento, come le grandi piattaforme, che pur essendo stabiliti al di fuori dell’Unione europea rivolgano i servizi ai cittadini europei”.

Per accedere al contenuto integrale è necessario registrarsi sulla piattaforma creata ad hoc per ospitare l’evento, accessibile con una semplice iscrizione in due passaggi (e pochi dati richiesti). Ci sono il palinsesto completo, la descrizione dei numerosissimi relatori, le news e uno spazio dedicato agli Sponsor. Tutti gli eventi del DIG.eat 2021, dopo la trasmissione in streaming, saranno visualizzabili on demand.
Per un’anteprima dei contenuti e per scaricare il programma completo di questa settimana è possibile consultare la pagina ufficiale dell’evento: https://anorc.eu/dig-eat/.
Per iscrizioni, è possibile accedere direttamente dalla piattaforma ufficiale: https://www.digeat.it/.

Vi ricordiamo che tra i protagonisti del racconto del Dig.eat 2021 ci sono Ageziaimpresa di Gruppo APM, Archivium, Aruba Enterprise, Bremp, CSQA, Dgroove, HiT Internet Technologies, Indicom, Lending Solution, SIAV e Studio Legale Lisi.

Segui il DIG.eat anche via social, attraverso i canali ufficiali di ANORC: Facebook https://www.facebook.com/Anorc; Twitter https://twitter.com/_ANORC; Linkedin https://www.linkedin.com/company/anorc/.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»