Giornata della memoria, il video appello per l’inclusione dei ragazzi rom della comunità di Scampia

Il video sara' presentato il prossimo 28 gennaio alle 17:30 nella sede dell'associazione in viale della Resistenza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Chiedono “casa e futuro per un’inclusione lontana dalla logica dei campi istituzionali o dal degrado in cui sono costretti per la propria sopravvivenza”. Sono i ragazzi rom nati in Italia e parte della comunita’ di Scampia, a Napoli, protagonisti di un video realizzato e diffuso dall’associazione Chi rom e chi no e Chiku’ – Centro culturale e gastronomico.

Il video sara’ presentato il prossimo 28 gennaio alle 17:30 nella sede dell’associazione in viale della Resistenza. Nell’occasione, in collaborazione con la libreria indipendente Mio nonno e’ Michelangelo, sara’ promosso anche il libro ‘L’ultimo viaggio.

Il dottor Korczak e i suoi bambini di Ire’ne Cohen-Janca’ (illustrazioni di Maurizio A. C. Quarello, edito da Orecchio Acerbo Editore). Il testo inviata a riflettere su Olocausto e discriminazioni. Nel giorno in cui si ricorda il genocidio nazi-fascita, infatti, c’e’ anche il richiamo a una “memoria dimenticata” due volte: quella del “porrajmos” (in lingua romani’ “distruzione, annientamento”, ndr) che determino’ tra il 1936 ed il 1945 la deportazione di 500mila rom e sinti nei campi di sterminio dove furono anche oggetto di studio per la “mutazione della psicologia razziale” essendo ritenuti “esseri deviati”; e quella della partecipazione tra le fila partigiane di Amilcare Debar del partigiano Taro della Brigata Garibaldi che ebbe il riconoscimento ufficiale dal presidente Sandro Pertini.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»