Expo 2015, Sala prosciolto ancora dall’accusa di abuso d’ufficio

MILANO - "Dalla corte d'Appello arriva la conferma del proscioglimento in appello del nostro sindaco Beppe Sala. Mai avuto dubbi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Dalla corte d’Appello arriva la conferma del proscioglimento in appello del nostro sindaco Beppe Sala. Mai avuto dubbi sulla sua innocenza: una bella notizia per Milano e i milanesi”. A dirlo è Silvia Roggiani, segretaria meneghina del Pd, che commenta il proscioglimento dal reato di abuso d’ufficio del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nell’inchiesta relativa agli appalti di Expo 2015. In particolare, era accusato di irregolarità nell’assegnazione dell’appalto per la fornitura di alberi e piante per abbellire l’esposizione universale. 

Il 29 marzo 2018, il tribunale di Milano in fase di udienza preliminare aveva stabilito il non luogo a procedere nei confronti di Sala. Ma la Procura generale aveva presentato appello. Oggi la Corte d’appello ha confermato la decisione di prosciogliere Sala già arrivata in primo grado.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»