Roma, il Parco di Tor Fiscale usato come discarica: arrivano i sigilli dei Vigili

ROMA - Questa mattina gli uomini del gruppo Sicurezza pubblica emergenziale del corpo di Polizia di Roma Capitale,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Questa mattina gli uomini del gruppo Sicurezza pubblica emergenziale del corpo di Polizia di Roma Capitale, diretti dal Comandante Antonio Di Maggio, hanno posto sotto sequestro tutta l’area del sottosuolo del Parco di Tor Fiscale. Grotte e cuniculi, di interesse archeologico sono state infatti impiegate per lo smaltimento di rifiuti illeciti, e trasformate negli anni in immense discariche abusive di rifiuti pericolosi e cisterne di olii esausti.

Le campionature effettuate dai caschi bianchi in collaborazione con il personale tecnico dell Arpa, sono state svolte anche con l’ausilio di droni, utilizzati per un’ispezione dell’area. Gli agenti, che grazie alle indagini sui rottamatori abusivi e il racket dello smaltimento di rifiuti speciali, in gran parte gestito da nomadi, hanno potuto verificare come la rete di gallerie sotterranee fosse impiegata come discarica, anche da alcune aziende operanti nella zona, che avevano creato degli accessi al sottosuolo, in forma completamente autonoma, per smaltire i propri rifiuti industriali. Le operazioni, sono tutt’ora in corso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»