hamburger menu

Tg Cultura, edizione del 24 novembre 2022

Si parla di Maxxi, 'Più libri più liberi', castello Saint-Pierre e Duomo di Firenze

Pubblicato:24-11-2022 15:47
Ultimo aggiornamento:24-11-2022 15:47
Canale: TG-Cultura
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ALESSANDRO GIULI NOMINATO PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE MAXXI

Il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha nominato il giornalista Alessandro Giuli presidente della Fondazione Maxxi – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, con sede a Roma. Il ministro ha ringraziato Giovanna Melandri, il cui mandato è scaduto il primo novembre scorso, per il lavoro svolto. La nomina del nuovo presidente Giuli decorrerà dal 12 dicembre 2022.

PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI TORNA ALLA NUVOLA CON 600 APPUNTAMENTI

A Roma torna Più libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria promossa e organizzata dell’Associazione italiana editori in programma dal 7 all’11 dicembre alla Nuvola con un cartellone fatto di 600 eventi, 519 editori e una cascata di ospiti nazionali e internazionali. Prima tra tutti la scrittrice originaria di Teheran Azar Nafisi, ma anche Alberto Angela, Zerocalcare, Ascanio Celestini e il cast di Boris. Gli ospiti si confronteranno sul tema ‘Perdersi e ritrovarsi’ scelto per questa 21esima edizione.

APRE IL CASTELLO DI SAINT-PIERRE E RACCONTA LA VALLE D’AOSTA

Dopo 14 anni di chiusura e 10 milioni di euro per il restauro e il riallestimento, il ‘castello delle fiabe’ di Saint-Pierre, ad Aosta, riapre al pubblico con il museo di scienze naturali Efisio Noussan. Le 16 sale espositive conducono il visitatore nella storia del castello – il cui nucleo originario risale al nono-decimo secolo ma che è stato rimaneggiato a fine Ottocento, con l’aggiunta delle torrette disneyane ai quattro angoli del mastio – e nella natura della Valle d’Aosta, con un allestimento tecnologico, multimediale ed emozionale.

SCOPERTE TRACCE DI COLORE SULLE SCULTURE DEL DUOMO DI FIRENZE

Le sculture del Duomo di Firenze nel Trecento probabilmente erano a colori. L’ipotesi si sta facendo largo dopo che, durante il restauro della porta dei Cornacchini, sono state scoperte estese tracce di colore sul gruppo scultoreo in marmo della Madonna col Bambino e Angeli adoranti, realizzato tra il 1359 e il 1360. Rimuovendo i depositi di sporco superficiale, i restauratori hanno portato alla luce la preziosa decorazione damascata della veste del Bambino, la pupilla dell’occhio sinistro della Vergine e, in aree circoscritte, il colore azzurro e verde dell’interno del manto della Vergine, oltre a tracce di rosso sull’esterno.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-24T15:47:50+01:00