Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 24 novembre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SUPER GREEN PASS, STRETTA SUI NON VACCINATI

Per i vaccinati resta l’unico limite della zona rossa. Per i no vax, invece, arriva una stretta fin dalla zona bianca. E’ la filosofia che ispira il decreto sul super green pass. In zona gialla e arancione non ci saranno le chiusure delle attivita’ commerciali, le palestre, i bar e quelle culturali. Ma vi potranno accedere solo i possessori del super green pass. Il nuovo certificato verde sara’ dato solo ai vaccinati e ai guariti dal Covid, ed entrera’ in vigore, gia’ a partire dalla zona bianca, da lunedi’ 6 dicembre. I tamponi restano validi per andare al lavoro e per i trasporti di lunga percorrenza come l’alta velocita’. Previsto l’obbligo vaccinale dal 15 dicembre per il comparto sicurezza, difesa e istruzione. Nel decreto non ci sono indicazioni sulla vaccinazione degli under 12. Il governo attende che siano prese decisioni in sede Ema e Aifa, probabilmente lunedi’ prossimo.

NUOVO GOVERNO IN GERMANIA, FINISCE L’ERA MERKEL

Olaf Scholz sarà il cancelliere che guiderà la coalizione ‘semaforo’ formata da Socialdemocratici, Verdi e Liberali. Termina cosi’, in Germania, l’era dei 16 anni di governo a guida Merkel. Centrale nell’accordo di governo la protezione del clima, con l’obiettivo dell’uscita dal carbone entro il 2030, otto anni prima del previsto. Il nuovo governo tedesco cerchera’ di utilizzare il 2% del territorio per l’energia eolica e di raggiungere entro il 2030 la soglia dell’80% di elettricità da rinnovabili. Prevista anche la legalizzazione della cannabis. Il liberale Christian Lindner andra’ al ministero delle Finanze, mentre il capo dei Verdi Robert Habeck guidera’ un super ministero frutto della convergenza tra Economia e Clima. Alla co-presidente degli ecologisti Annalena Baerbock il ministero degli Esteri.

IL RICHIAMO DI MATTARELLA SULLA GIUSTIZIA: ETICA E RIGORE

“Alla giustizia servono etica e un rinnovato rigore”. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella parla alla Scuola di formazione della magistratura. Il capo dello Stato ribadisce che l’etica e la deontologia non devono mai venire meno nel lavoro quotidiano delle toghe. “Il diritto non è arbitrio ma applicazione delle norme”, ammonisce Mattarella. Un riferimento indiretto anche alle sentenze su questioni sensibili che toccano i diritti dei cittadini come il suicidio assistito. Quanto al Csm, avverte, la riforma non è piu’ rinviabile. Va fatta prima delle elezioni del nuovo Consiglio con regole piu’ trasparenti e lontane dalle logiche correntizie.

WHIRLPOOL. OPERAI SUL PIEDE DI GUERRA: VOGLIAMO GARANZIE

I lavoratori della Whirlpool sono sul piede di guerra: si respira rabbia al presidio a Roma, dove un gruppo di operai di Napoli segue l’incontro convocato al Ministero dello Svilippo Economico: sul tavolo i licenziamenti nello stabilimento napoletano. La tensione sale quando arriva la notizia dell’assenza al tavolo dei ministri. Per la Fiom “non c’è più tempo da perdere, servono risposte”.

REGOLE PIU’ SEVERE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Stretta in arrivo per gli autori di violenze sulle donne e nuove tutele per le vittime. Allo studio dell’esecutivo una serie di provvedimenti che andrebbero ad integrare la legge ‘codice rosso’. Tra questi, la previsione di una ‘scorta’ per le donne che hanno denunciato, nuovi aiuti economici, nuove risorse per i centri antiviolenza e provvedimenti di fermo più efficaci. Il pacchetto potrebbe vedere la luce entro 7 giorni. “Non possiamo abbandonare le donne ai loro carnefici”, dice la ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»