Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’indirizzo di J. K. Rowling sul web, piovono minacce di morte: “Potrei tappezzarci casa”

jk rowling
La scrittrice di Harry Potter di nuovo nell'occhio del ciclone per le sue dichiarazioni sull'identità di genere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – J. K. Rowling sempre più nell’occhio del ciclone a causa delle sue dichiarazioni spinose nei confronti della comunità LGBT. Dopo la campagna social che invitava a boicottare il ritorno al cinema del primo film di Harry Potter e l’estromissione dalla reunion per lo speciale ‘Harry Potter 20esimo anniversario: ritorno a Hogwarts”, la scrittrice ha ricevuto numerose minacce di morte quando tre attivisti hanno diffuso sui social il suo indirizzo di casa.

A dare la notizia è la stessa Rowling che su twitter ha scritto: “Venerdì scorso, l’indirizzo della mia famiglia è stato pubblicato su Twitter da tre attivisti che si sono fotografati davanti a casa nostra, posizionandosi con cura per assicurarsi che il nostro indirizzo fosse visibile”.

La scrittrice ha ringraziato chi ha segnalato l’immagine alla polizia scozzese e gli agenti stessi per il loro supporto, quindi ha ricordato tutte quelle donne che, come lei, sono state oggetto di minacce a causa delle proprie idee, rivendicando la libertà di espressione. “Nessuna di queste donne è protetta come lo sono io. Loro e le loro famiglie sono stati messi in uno stato di paura e angoscia per il solo motivo che si rifiutano di accettare acriticamente che il concetto socio-politico di identità di genere dovrebbe sostituire quello di sesso”, ha scritto su Twitter. Poi, citando i tre autori della foto ha aggiunto: “Dovrebbero riflettere sul fatto che ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci casa, ma non ho smesso di parlare. Forse il modo migliore per dimostrare che il vostro movimento non è una minaccia per le donne, è smettere di perseguitarci, molestarci e minacciarci”.

LEGGI ANCHE: Harry Potter torna al cinema, sui social attacchi a J.K. Rowling: “Transfobica, boicottare film”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»