Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Blutec, proroga di un anno della cassa integrazione per gli ex operai Fiat di Termini Imerese

Nell'incontro i commissari straordinari hanno ribadito che è stata individuata una soluzione per la riconversione in un sito a vocazione green e ad alta innovazione tecnologica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – I lavoratori della Blutec di Termini Imerese avranno prorogata la Cassa integrazione guadagni straordinaria fino al 17 ottobre del 2021. Ne dà notizia l’assessore al Lavoro della Regione Siciliana, Antonio Scavone, che informa sugli esiti di una riunione convocata in videoconferenza e a cui hanno partecipato il neo direttore del dipartimento Lavoro, Gaetano Sciacca, i commissari dell’azienda, Giuseppe Glorioso e Fabrizio Grasso, il direttore delle Risorse umane della stessa, Fabio Patanè, e i rappresentanti sindacali Antonio Nobile (Fim Cisl), Roberto Mastrosimone (Fiom Cgil), Vincenzo Comella (Uilm Uil), Angelo Mazzeo (Ugl Metalmeccanici) e Antonino Guttadauro per le Rsu.

La Cigs per gli ex lavoratori Fiat della cittadina palermitana era scaduta il 17 ottobre scorso e nell’incontro le parti intervenute “hanno concordato che i lavoratori – si legge in una nota – saranno sospesi a zero ore, a rotazione e in riduzione d’orario compatibilmente con le esigenze tecnico organizzative e produttive aziendali”. “Nell’incontro i commissari straordinari della Blutec Srl hanno ribadito che è stata individuata una soluzione per la riconversione dell’intero sito industriale di Termini Imerese in un sito a vocazione green e ad alta innovazione tecnologica – ha affermato Scavone -. Un progetto innovativo che mira alla produzione di batterie al litio, di materiale hi-tech, nonché di produzione elettrica da fonti rinnovabili e ricerca scientifica applicata. Questo ci permette oggi – ha aggiunto ancora l’assessore al Lavoro – di guardare in chiave ottimistica al futuro di Termini Imerese”.

LEGGI ANCHE: Blutec Termini Imerese, una proposta “green” per la riconversione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»