Attentato contro una moschea nel Sinai, centinaia di morti

Diversi ordigni sono detonati mentre i fedeli stavano lasciando il luogo di culto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ambulanza_egitto

ROMA – Sono almeno 155 i morti e 120 i feriti provocati oggi dall’attentato contro la moschea di Bir Al-Abed, nel nord della penisola del Sinai: lo ha riferito la televisione di Stato dell’Egitto, aggiornando un precedente bilancio.

Secondo questa ricostruzione, a causare la strage è stata l’esplosione di ordigni fatti detonare mentre i fedeli stavano lasciando il luogo di culto, al termine della preghiera del venerdì.

Dopo le esplosioni alcuni attentatori avrebbero aperto il fuoco sulle persone in fuga. La moschea colpita si trova in un’area a maggioranza Sawarka, una comunità che collaborerebbe con il governo del Cairo nella lotta contro i gruppi ribelli del Sinai, anche di matrice islamista.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»