NEWS:

Margherita Buy debutta alla regia: “Il film è nato dalla paura di volare”

L'attrice alla Festa del Cinema di Roma con 'Volare': "Da regista ho cercato di non essere nevrotica"

Pubblicato:24-10-2023 17:47
Ultimo aggiornamento:24-10-2023 17:47
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Dopo il debutto alla regia di Paola Cortellesi, Kasia Smutniak, Michele Riondino e Giovanna Mezzogiorno, oggi tocca a Margherita Buy. Alla Festa del Cinema di Roma è il giorno dell’esordio alla regia dell’attrice con ‘Volare’, che la vede protagonista insieme ad Anna Bonaiuto, Giulia Michelini, Euridice Axen, Francesco Colella, Roberto De Francesco, Maurizio Donadoni, Pietro Ragusa, Caterina De Angelis (figlia di Buy, nel film e nella realtà), con la partecipazione di Massimo De Francovich e con l’amichevole partecipazione di Elena Sofia Ricci.

Il film racconta di Annabì (Buy). È un’attrice di talento che potrebbe aspirare al successo internazionale. Ma la sua paura irrazionale e umana di volare non le ha permesso di salire sull’aereo per la Corea. Anche la sua vita privata è appesa a un aereo. Il film arriverà nelle sale nel 2024 con Fandango e domani alle 21 sarà atteso al Nuovo Sacher di Roma. Alla fine della proiezione Buy e Nanni Moretti terranno un dibattito con il pubblico. “Questo film è nato da una mia esperienza, ovvero da un corso per sconfiggere la paura di volare che mi ha permesso di avvicinarmi a chi condivide la mia stessa paura. Ho ripensato più volte a questa esperienza e le persone mi hanno iniziato a suggerire di raccontarla in un film. E così mi sono detta ‘Va bene, mi butto. Faccio un salto nel vuoto”, ha detto Buy in conferenza stampa.

Il corso “è servito perché l’aereo l’ho preso. Ma dovrei rifare un richiamino, come con i vaccini”, ha detto ridendo. “Non mi ritengo ancora una regista però sicuramente è stato un modo per esporsi. Faccio film drammatici da tanto- ha proseguito- però a me piace molto la commedia. Dirigere è stata la cosa più divertente che io abbia mai fatto nella mia vita”. Durante le lavorazioni “sembrava che il film non dovesse farsi più, gli attori però sono rimasti con me, sono rimasti fedeli. Sono una persona nevrotica, ho cercato di non esserlo dietro la macchina da presa. Diffondere un’atmosfera pesante in un set non dà risultati. Invece ci sono registi che vogliono dare questo senso del potere”.


Nel corso della conferenza, Buy ha raccontato che il film “è stato visto da Nanni Moretti in segreto e da Marco Bellocchio che è tra i produttori”. Prima volta alla regia e prima collaborazione tra lei e sua figlia Caterina. “Con lei è stato abbastanza naturale. Mia figlia ha uno sguardo d’amore ma anche di tante altre cose tra cui critiche e debolezze nei miei confronti. Tutto questo non avrei potuto trovarlo negli occhi di nessuna attrice”.

Il film è una produzione Kavac Film, Maremosso, IBC Movie, Tenderstories con Rai Cinema, in collaborazione con ITA Airways, prodotto da Marco Bellocchio, Beppe Caschetto, Simone Gattoni, e da Ada Bonvini, Luca Lucini, Lorenzo Ulivieri, Stefano Quaglia, e da Malcom Pagani, Moreno Zani. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy