NEWS:

Da Melania Rea al caso Carretta, su Rai 2 ‘Delitti in famiglia’

Al centro della prima puntata ci sarà il caso di Melania Rea. Seguiranno l’infanticidio di Lorys Stival e il delitto Carretta

Pubblicato:24-10-2023 16:41
Ultimo aggiornamento:24-10-2023 16:41
Autore:

DELITTI-IN-FAMIGLIA-REA
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Da giovedì 26 ottobre arriva in prima serata su Rai2 ‘Delitti in famiglia’, un ciclo di documentari che racconta tre famosi ed emblematici omicidi avvenuti nei luoghi che riteniamo più sicuri, per mano delle persone nelle quali riponiamo maggior fiducia.

Ad accompagnare gli spettatori in questo viaggio sarà il giornalista Stefano Nazzi, tra i più celebri e autorevoli autori di podcast di cronaca nera. Al centro della prima puntata ci sarà il caso di Melania Rea. Nelle settimane successive verranno raccontati invece l’infanticidio di Lorys Stival e il delitto Carretta.

DELITTI IN FAMIGLIA, IL CASO DI MELANIA REA

Il caso di Melania Rea è uno dei più noti degli ultimi anni e la sua tormentata storia d’amore con il marito fedigrafo, il caporalmaggiore dell’Esercito Salvatore Parolisi, ha riempito per molto tempo le pagine dei giornali. La donna, madre di una bimba, la piccola Vittoria, scompare nel nulla il 18 aprile del 2011 sul Colle San Marco ad Ascoli Piceno, mentre era con la famiglia. A dare l’allarme è proprio il marito di Rea, che fa scattare le ricerche. Il corpo della donna, trafitto da oltre 35 coltellate, verrà ritrovato due giorni dopo. Per la sua morte è stato condannato proprio Parolisi, inizialmente a trent’anni, poi ridotti a venti.


L’inchiesta è stata ricostruita nel documentario del ciclo ‘Delitti in famiglia’, attraverso interviste esclusive agli investigatori, ai familiari di Melania, a testimoni ed esperti, e grazie anche a materiale audio e video originale proveniente dal fascicolo delle indagini e repertorio inedito. Dietro la macchina da presa Lorenzo De Alexandris.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy