Coronavirus, gli italiani vogliono misure più incisive. E cala la fiducia nel Governo

Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne' per l'agenzia Dire
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Aumenta la percentuale degli italiani che reputa insufficienti le misure prese dal governo per contenere l’epidemia da coronavirus. Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire.

Nella settimana dal 16 al 23 ottobre, la percentuale di chi vorrebbe misure piu’ incisive cresce dal 21,1% al 38,3%. Parallelamente diminuisce la percentuale di chi le ritiene adeguate (dal 56,8% al 42,4%) ma anche di chi le ritiene eccessive (dal 20,0% al 13,8%). 

IN CALO DI TRE PUNTI LA FIDUCIA NEL GOVERNO

In calo di tre punti percentuali la fiducia nel governo. Lo rileva il sondaggio Monitor Italia, condotto da Tecne’ per l’agenzia Dire. Nella settimana tra il 16 e il 23 ottobre la percentuale di chi ha fiducia nei confronti dell’esecutivo passa dal 36,8% al 33,6%. Aumenta parallelamente la quota di chi non ha fiducia (dal 58,3% al 61,2%). Non manifesta opinioni il 5,2%. 

CONTINUA A CRESCERE FDI, PD -0,3%, AZIONE +0,3

Sostanzialmente invariato il consenso ai partiti politici, nell’ultima settimana, con l’eccezione di un calo appena piu’ consistente del Pd e la crescita di Azione. I dati del sondaggio Monitor Italia, realizzato da Tecne’ in collaborazione con Agenzia Dire, attestano la Lega al 24,1%, in aumento dello 0,1%. Il Pd in calo dello 0,3% al 21%, Fratelli d’Italia in crescita dello 0,1%, al 17% ormai stabilmente sopra il M5s che perde lo 0,2% e scende al 14,5%. Forza Italia perde lo 0,1% e si attesta al 7,4%, Italia viva cresce dello 0,2% ed e’ al 3,4%, la Sinistra guadagna lo 0,1% ed e’ al 3,2% mentre Azione segna un piu’ 0,3% e sale al 3,1%, Piu’ Europa all’1,6%, cosi’ come i Verdi. Aumentano gli incerti, passano al 44,4%, con un +0,5%. 

Il sondaggio e’ stato condotto su un campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica, esteso al territoriale nazionale. Le interviste sono state effettuate il 22 e 23 ottobre 2020 con metodo cati – cawi Margine di errore: 3,1% Totale contatti: 6.131 (100%) – rispondenti: 1.000 (16,3%) – rifiuti/sostituzioni: 5.131 (83,7%).

Clicca qui per le slide del sondaggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»