Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg politico, edizione del 24 ottobre 2019

Edizione del 24 ottobre 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://youtu.be/10KJMB9C_Fo

L’ADDIO DI DRAGHI: MAI GETTARE LA SPUGNA

“Non puoi cambiare la storia a meno che tu non sia uno storico”. E’ una lezione di umilta’ e ironia l’ultima conferenza stampa di Mario Draghi da governatore della Bce. Dopo otto anni, il presidente saluta Francoforte e torna a Roma. “Mi sento come qualcuno che ha cercato di rispettare il mandato nel miglior modo possibile”, si limita a rispondere rispetto a come si sentisse. “Se c’è una cosa di cui sono orgoglioso è aver sempre perseguito il mandato. Mai gettare la spugna”, aggiunge. Nel futuro prossimo c’e’ la politica? gli chiedono. “Non ho pianificato nulla. Se volete dettagli chiedete a mia moglie”, risponde lui.

GIALLOROSSI INSIEME IN UMBRIA, MA RENZI SI SFILA

Luigi Di Maio, Nicola Zingaretti e Roberto Speranza insieme sullo stesso palco. E con loro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L’atto di nascita della coalizione formata da Pd, Leu e M5s si terra’ a Narni, per la chiusura della campagna elettorale alle regionali. Non ci sara’ Matteo Renzi, ne’ altri esponenti di Italia viva. L’evento servira’ anche ad illustrare le principali misure della legge di bilancio.

LA LEGA CONTRO IL GOVERNO, NUMERI FARLOCCHI SULLA MANOVRA

“Con questa manovra di sicuro andiamo a scatafascio”. Alla Lega non piace l’ultima legge di bilancio sulla quale, secondo l’ex sottosegretario all’Economia Massimo Garavaglia, “il governo dà numeri farlocchi”, perché frutto di ‘stime sballate’. Garavaglia ne parla al termine di un incontro sul salario minimo: ci sono una miriade di tasse- dice- come quella sulla plastica che sarà pagata dai consumatori. Gli fa eco Claudio Durigon, ex sottosegretario al Lavoro. “Le forze di maggioranza- avverte- pensino a ridare potere economico alle famiglie”.

MATTARELLA CHIEDE PIU’RISORSE PER LA RICERCA SUL CANCRO

“La ricerca è un motore di solidarietà. Occorre far crescere gli investimenti pubblici”. Così il presidente della Repubblica alla cerimonia annuale per ‘I Giorni della Ricerca’, dell’Associazione italiana ricerca sul cancro, che si celebra al Quirinale. Per trovare i fondi, sottolinea Mattarella, “occorre puntare con coraggio sull’intelligenza dei giovani e sulla qualità dei loro maestri ma al tempo stesso è indispensabile il sostegno delle imprese, delle associazioni, dei singoli cittadini”. Sono oltre 3 milioni i malati di cancro in Italia, ha sottolineato il ministro della Salute Speranza.

TROPPI RIFIUTI NELLA RETE, I PESCATORI CHIEDONO AIUTO

I pescatori possono diventare alleati preziosi nella lotta all’inquinamento dei nostri mari. Le Regioni chiedono all’Europa e al governo di semplificare le regole per lo smaltimento dei rifiuti che i pescatori trovano nelle loro reti. Tra questi tonnellate e tonnellate di plastica. Come spiega il presidente del Molise Donato Toma “i pescatori avrebbero più facilità di smaltirli se fossero classificati come rifiuti solidi urbani anziché speciali”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»