Salvini fa polemica sulla “sicurezza” dopo l’omicidio di Luca Sacchi, Conte: “Miserabile”

A Salvini che cita i tagli al fondo per le forze dell'ordine, Conte risponde: "Lucrare consenso elettorale in questo modo lo trovo miserabile"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi, commosso e addolorato, prego per Luca e sono vicino alla sua famiglia. Ma sono anche incredulo e sdegnato perché è inconcepibile quello che è accaduto. Da ex ministro dell’Interno fa ancora più male vedere tutta l’insicurezza della Capitale governata dai 5stelle e i tagli disastrosi che Renzi, Conte e Zingaretti fanno al fondo per le forze dell’ordine”. Così il leader della Lega Matteo Salvini.

Difende la ragazza durante rapina, gli sparano in testa: Luca morto così a 24 anni. Conte: “Li prenderemo”

CONTE A SALVINI: MISERABILE LUCRARE CONSENSO SU TRAGEDIA

“Rischio di arrabbiarmi, io sono serenissimo, non sono né disperato né confuso, ma se qualcuno si permette di fare speculazioni in campagna elettorale lo trovo miserabile“. Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, lo dice dall’Umbria, ribattendo a Matteo Salvini che ha chiamato in causa “l’insicurezza della Capitale governata dai 5stelle” e i tagli al fondo per le forze dell’ordine.

Risponde Conte: “Si può ingrassare il consenso in tutti i modi, ma se un episodio del genere serve a lucrare consenso elettorale in questo modo lo trovo miserabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»