Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Venezia, gondolieri sub a caccia di rifiuti nei canali

venezia
Nei mesi scorsi hanno raccolto 2,5 tonnellate. Dai primi di novembre parte un nuovo ciclo di interventi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Nei mesi scorsi i gondolieri sub hanno raccolto oltre 2,5 tonnellate di rifiuti dai fondali dei canali e dei rii di Venezia. Ora, grazie alla convenzione siglata con il Comune, potranno effettuare nuovi interventi, continuando a contribuire al mantenimento della città. Il nuovo ciclo di interventi prenderà il via domenica 3 novembre, in notturna, dalle ore 18 alle 24, in Canal Grande davanti alla Pescheria, a ridosso della riva, con partenza dal pontile del Tribunale. Non è prevista nessuna interruzione della navigazione, ma la zona di intervento sarà circoscritta con un’adeguata protezione e segnalazione.





Precedente
Successivo

Gli interventi successivi sono in programma, tutti dalle ore 8 alle 14, il 1 dicembre in Rio San Luca da Palazzo Grimani a Campo Manin; il 19 gennaio 2020 in Rio San Luca da Campo Manin a Rio Barcaroli, il 2 febbraio in Rio della Fava, il 15 marzo in Canal Grande, a ridosso della riva da Palazzo Grimani a Ca’Farsetti (nessuna interruzione della navigazione), il 19 aprile in Rio San Polo. Grazie ad Acquatica di Marghera e alla Viking, che hanno fornito nuove attrezzature, i sub potranno immergersi in maggiore sicurezza, e soprattutto saranno isolati dal contatto con l’acqua, e quindi da eventuali contaminazioni.

“L’operazione ha un grande significato, non solo per il successo ottenuto, ma anche per la valenza simbolica che riveste: la città siamo noi e dobbiamo collaborare insieme per risolvere i problemi”, afferma il consigliere comunale delegato alle tradizioni, Giovanni Giusto, evidenziando che il progetto, partito proprio dall’iniziativa dei gondolieri, “risolve un problema che c’è anche se non si vede”. I gondolieri “hanno avuto l’idea e la caparbietà di portarla avanti e realizzarla”, aggiunge il sindaco Luigi Brugnaro ringraziando Stefano Vio e Alessandro Zuffi, ideatore e capo progetto. All’iniziativa contribuiscono anche la direzione progetti strategici e ambientali, Veritas, la Polizia locale e l’Associazione nazionale Carabinieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»