hamburger menu

Motogp, riecco Marc Marquez: in Giappone è di nuovo pole position dopo 1.071 giorni

Sul circuito di Motegi lo spagnolo batte anche la pioggia ed è di nuovo il più veloce in qualifica. Indietro Quartararo e Bagnaia, costretti alla rimonta in chiave Mondiale

Pubblicato:24-09-2022 15:29
Ultimo aggiornamento:26-09-2022 00:31
Canale: Sport
Autore:
Marc Marquez
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Credit foto: Red Bull Content Pool)

ROMA – Rieccolo, anche in qualifica. Marc Marquez torna davanti a tutti nella sfida con il cronometro 1.071 giorni dopo la sua ultima pole position in Motogp, conquistata nel 2019 proprio sul tracciato di Motegi. Lo spagnolo ha imposto la sua Honda dominando la Q2 nel Gran Premio del Giappone, dopo essere rientrato alle gare lo scorso fine settimana in seguito alla quarta operazione al braccio destro che lo tormentava dall’incidente di Jerez 2020. “In gara con l’asciutto sarà diverso, ma almeno in qualifica ho guidato come volevo io”, ha detto Marquez, che ha sfruttato al meglio le condizioni di pista bagnata fermando il cronometro sul tempo di 1’55″214 e mettendosi dietro Johann Zarco (Pramac) e Brad Binder (KTM).

La sessione di qualifiche era iniziata in ritardo a causa del temporale che si è abbattuto su Motegi e che aveva portato anche alla cancellazione delle FP3. Quarta l’Aprilia di Maverick Vinales, quinto Jorge Martin (Pramac). Per quanto riguarda i tre contendenti al titolo iridato, fa meglio Aleix Espargarò, che si porta in sesta posizione con l’Aprilia, mentre restano più indietro il leader della classifica, Fabio Quartararo, nono con la Yamaha davanti a Luca Marini, e Francesco Bagnaia (Ducati), solo dodicesimo. Male il trionfatore dell’ultimo Gran Premio, Enea Bastianini, costretto a partire dalla quindicesima posizione. Domani il via al Gran Premio alle 8 ora italiana, le previsioni danno pista asciutta.

DELUSIONE BAGNAIA: “INACCETTABILE QUESTO GAP”

“Sara una gara dura” per Bagnaia, parecchio deluso dopo le qualifiche. “Proveremo a superare subito il più possibile in partenza e al primo giro. Dovrò attaccare almeno per metà gara”, dice il pilota della Ducati, che però ancora non ha le idee chiare sulle prestazioni sottotono della Ducati sull’asfalto bagnato di Motegi. ‘Pecco’ confessa di dover “analizzare i dati per capire cosa è successo oggi, perché il mio feeling con la moto era zero. Era impossibile. Ho lottato parecchio ed è inaccettabile prendere due secondi dal primo delle qualifiche. Spero che domani le condizioni di gara saranno asciutte e di essere competitivo”.

(Credit foto: Ducati)

QUARTARARO: “MI ASPETTAVO DI FARE MEGLIO”

Amarezza anche per il leader del Mondiale, Quartararo, in lotta per il titolo proprio con Bagnaia e nono al termine delle qualifiche. “Il nostro passo era buono ma sinceramente mi aspettavo di andare meglio. Bisognerà modificare qualcosa per la gara di domani, che sarà abbastanza difficile partendo così indietro e con le difficoltà dei sorpassi. Ma sono ottimista“, ha concluso il pilota della Yamaha.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-26T00:31:59+01:00