Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 24 settembre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PATTO SOCIALE, DRAGHI CONVOCA I SINDACATI

Il patto per lo sviluppo tra le forze produttive e sociali, proposto da Mario Draghi, tiene banco nel dibattito politico. Secondo il segretario del Pd, Enrico Letta, bisogna partire dalla diseguaglianze che si sono acuite durante la pandemia e aprire il cofronto sul salario minimo. Scettico il leader della Cgil, Maurizio Landini: Più che di patto con le imprese, spiega, serve un progetto Paese da costruire insieme alle forze politiche. Come primo passo, il premier Draghi ha convocato i sindacati lunedì a Palazzo Chigi per discutere di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il report dell’Inail presentato oggi, infatti, rileva 180 mila contagi da Covid dall’inizio della pandemia.

FIDUCIA AL TOP, VISCO: CRESCITA SOPRA LE ATTESE

“Nonostante le debolezze in moltissimi campi, l’economia italiana ha mostrato di essere vitale”. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel corso di una intervista a Rai Istitutzioni. Il banchiere centrale è ottimista e vede l’uscita dalla recessione accompagnata da un crescita superiore alle attese. Visco giudica il rialzo dei prezzi temporaneo, con un’inflazione spinta soprattutto dagli aumenti legati al petrolio e al gas. A settembre, fa notare l’Istat, si stima l’indice sul clima di fiducia dei consumatori al 119,6, al top da 23 anni.

PA, RIENTRO IN PRESENZA DAL 15 OTTOBRE

Il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm per il ritorno in presenza dei dipendenti della pubblica amministrazione. Il rientro in ufficio, sottolinea il provvedimento, dovrà essere assicurato in condizioni di sicurezza e nel rispetto delle misure anti Covid. Il ministro Renato Brunetta annuncia le trattative per i rinnovi dei contratti, che garantiranno una regolazione puntuale dello smart working.

COVID, VIA LIBERA AI TEST SALIVARI A SCUOLA

Segnali incoraggianti: calano i ricoveri da Covid e l’indice Rt. Sono Sicilia, Calabria e la provincia autonoma di Bolzano a registrare il valore più alto dell’incidenza dei casi. Le altre regioni, secondo la bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità, sono tutte a rischio basso. Intanto, una nuova circolare del ministero della Salute dà il via libera ai test salivari a scuola e nelle Rsa. Nel provvedimento firmato dal direttore della Prevenzione, Gianni Rezza, si sottolinea come “recenti evidenze scientifiche sui test salivari abbiano individuato valori di attendibilità compresi tra il 77% e il 93%”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»