Fontana incontra Mattia, il paziente ‘uno’ di Codogno

Fontana ha incontrato in un bar di Lodi il 38enne di Codogno considerato il 'primo paziente covid': "Ma abbiamo poi scoperto che virus era in Italia almeno da gennaio"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha incontrato questa mattina a Lodi Mattia Maestri, il 38enne di Codogno considerato il ‘primo paziente covid’.

“Ho voluto incontrare Mattia- spiega il governatore- perché grazie a lui è stato possibile scoprire l’esistenza di questo virus e lanciare quindi l’allarme non solo in Italia, ma anche in Europa e in tutto il mondo. Grazie a lui, dunque, e al coraggio dei medici di Codogno che hanno scelto di andare oltre ai protocolli, è iniziata questa lunga e dura battaglia”. Dopodiché, “altri studi hanno poi confermato- prosegue- che il Coronavirus stava già girando nella nostra regione sicuramente dall’inizio di gennaio, e probabilmente anche prima”.

Fontana è oggi a Lodi per la prima tappa del ‘Piano Lombardia‘, l’iniziativa della giunta che lo porterà in tutte le province per presentare una serie di interventi mirati a garantire la ripresa della regione. Come sede della prima tappa è stata scelta Lodi proprio “come territorio simbolo dell’inizio della pandemia”. Durante la giornata, il governatore incontrerà nella sede della Provincia sindaci del territorio, esponenti degli enti locali e delle organizzazioni di categoria economiche. L’appuntamento successivo è al Parco tecnologico Padano dove sarà ricevuto dai responsabili della struttura e dai ricercatori. Nel pomeriggio Fontana sarà poi in visita alla Fondazione Danelli e all’azienda Zucchetti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»