Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, Biden rispetterà la scadenza del 31 agosto per le evacuazioni

biden g7
La decisione comunicata al G7 al termine di una giornata di concitate comunicazioni con i talebani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Gli Stati Uniti rispetteranno la scadenza del 31 agosto fissata per la fine delle operazioni di evacuazione dei loro cittadini dall’Afghanistan, come concordato con i talebani. I miliziani dal canto loro, sono pronti a considerare qualsiasi estensione dei termini oltre questa data una “violazione”. E’ quanto emerge da una serie di concitate comunicazioni delle ultime ore diffuse da entrambe le parti.

LEGGI ANCHE: Afghanistan, Di Maio: “2.700 cittadini afghani evacuati, altri mille pronti a partire”

Secondo un “alto funzionario” della Casa Bianca rilanciato dai media internazionali gli Usa intendono concludere le operazioni di rimpatrio ed evacuazione dei loro cittadini dall’Afghanistan entro il 31 agosto, come appunto concordato e come suggerito oggi anche dal dipartimento della Difesa. I canali ufficiali della presidenza americana non hanno ancora dato la notizia, ma la decisione sarebbe stata comunicata dal presidente Joe Biden nel corso del summit del G7 convocato di urgenza per discutere della situazione in Afghanistan.

LEGGI ANCHE: Afghanistan, l’Onu denuncia: “Dai talebani esecuzioni sommarie di civili ed ex militari”

Pochi minuti prima il portavoce del dipartimento della Difesa americana, John Kirby, aveva reso nota la volontà dell’esercito americano di rispettare il termine del 31 agosto. Le parole del dirigente del Pentagono erano arrivate a loro volta poco dopo che Zabihullah Mujahid, il portavoce dei talebani, dicesse che qualsiasi estensione del termine concordato per le evacuazioni del 31 agosto sarà considerata una “violazione”. Il rappresentante dei miliziani lo aveva comunicato alla stampa nel corso di quella che è stata la seconda conferenza pubblica dei talebani da quando hanno preso il potere, il 15 agosto. Parlando della data del 31 agosto Kirby aveva detto che i guerriglieri “sono stati molto chiari rispetto alle loro aspettative”. Il dirigente della Difesa americana aveva poi avvertito che “le comunicazioni quotidiane con i comandanti dei talebani dovranno essere continue”.

LEGGI ANCHE: I partiti litigano sulla crisi afghana, Conte ribadisce: “Non esistono alternative al dialogo coi talebani”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»