Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, l’Onu denuncia: “Dai talebani esecuzioni sommarie di civili ed ex militari”

afghanistan talebani
Al Jazeera riferisce di "perquisizioni porta a porta", Bachelet: "Diritti delle donne sarà linea rossa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Rispetto alle relazioni con i talebani “una linea rossa fondamentale sarà rappresentata dal loro trattamento delle donne e delle ragazze”. Lo ha detto oggi l’Alto commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite, Michelle Bachelet. L’occasione è stata una riunione del consiglio dell’Onu sui diritti umani convocata di emergenza su richiesta del Pakistan e dell’Organizzazione della cooperazione islamica (Oic).

Nel corso dell’incontro, stando a quanto ha riferito il quotidiano britannico ‘The Guardian’, Bachelet ha detto di aver ricevuto da “fonti attendibili” report di violazioni dei diritti umani commesse dai talebani, comprese delle esecuzioni sommarie di civili ed ex militari.

Alle denunce della commissaria, già presidente del Cile, si sono aggiunte le dichiarazioni dell’ambasciatore presso l’Onu del governo della repubblica islamica deposto dai talebani, Nasir Ahmad Andisha. Il diplomatico ha descritto la situazione nel Paese asiatico come “incerta e terribile”.

Secondo quanto ha riportato l’emittente regionale Al Jazeera, Andisha ha riferito di paura diffusa tra la popolazione e di perquisizioni porta a porta fatte dai miliziani. Il rappresentante dell’esecutivo che è stato al potere fino a domenica 14 agosto ha invocato la creazione di un governo di ampia base all’interno del quale siano rappresentati donne ed esponenti delle minoranze etniche.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»