Deputato della Lega minaccia i magistrati, l’Anm: “Intimidazione inaccettabile”

In merito ad una possibile indagine della magistratura sul caso Diciotti il leghista Bellachioma minaccia di "andare a prendere sotto casa" i giudici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Messaggio da parte della Lega Abruzzo: se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa..occhio!!!”. Il deputato e segretario della Lega in Abruzzo, Giuseppe Bellachioma, lo scrive su Facebook rilanciando le parole del vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini su eventuali indagini della Procura in relazione al caso della nave Diciotti.

ANM: INAUDITA GRAVITÀ INTIMIDAZIONE POST DEPUTATO LEGA

“La stampa riporta la notizia di un post pubblicato su Facebook da un parlamentare della Lega nel quale vengono pronunciate chiare parole intimidatorie nei confronti dei magistrati in relazione ai fatti della nave Diciotti. Si tratta di una azione di una inaudita gravita’ che rappresenta un inaccettabile tentativo di interferire nella attivita’ dei magistrati impegnati nella delicata vicenda. È un fatto senza precedenti, tenuto conto della provenienza da un parlamentare, da chi dovrebbe rispettare l’attivita’ che svolgono tutte le Istituzioni, tra esse la magistratura. L’AnM respinge ogni tentativo di interferenza e di intimidazione, assicurando che tutti i magistrati svolgono e continueranno a svolgere i propri compiti rispondendo esclusivamente alla legge, per cui ogni tentativo di condizionamento sara’ vano”. E’ quanto dichiara con una nota la Giunta esecutiva centrale dell’Associazione nazionale magistrati.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»