Amatrice, un ragazzo scava a mani nude e salva la nonna dalle macerie

Ma ci sono anche storie senza lieto fine: un altro ragazzo ha scavato fino a trovare i genitori senza vita
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

terremoto_amatrice_distruzioneAMATRICE  – Tante storie si incrociano ad Amatrice in queste ore in cui si ricercano i superstiti del sisma che ha colpito la stanotte il Centro Italia. Come quella di Stefano che, a mani nude, ha scavato tra le macerie per cercare sua nonna che non riusciva più a contattare, ad Amatrice. Il ragazzo ha trovato e salvato la donna che era rimasta bloccata per il crollo parziale dell’abitazione, dove abitava da sola. Dopo ore di ansia alla ricerca di un suo possibile segnale di vita Stefano ha trascorso tutta la mattinata muovendosi tra le mura crollate delle abitazioni del centro storico della cittadina in una operazione fortunatamente riuscita.

Non ce l’hanno fatta invece due coniugi, sempre residenti ad Amatrice, sorpresi nel sonno nella loro stanza da letto. Il figlio che risiedeva non poco distante dai genitori, nonostante il tentativo di raggiungerli in tempo per salvarli scavando tra le macerie si è dovuto arrendere quando li ha estratti senza vita dal cumulo di macerie.

(www.agensir.it)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»