Spaccio e forze dell’ordine, a Piacenza non è la prima volta: nel 2013 arrestati 6 poliziotti

I fatti che stanno sconvolgendo l'arma dei Carabinieri non sono inediti: nel 2013 sei poliziotti furono arrestati per spaccio di cocaina e sfruttamento della prostituzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PIACENZA – Non e’ uno scenario del tutto inedito quello scoperchiato dall’inchiesta “Odysseus” della Procura di Piacenza sui Carabinieri infedeli della caserma Levante. Nel 2013, sempre nella citta’ emiliana, era stato sradicato un traffico di cocaina e prostituzione in cui erano stati arrestati anche sei agenti della Questura.

Secondo le accuse i poliziotti, in collaborazione con una banda di spacciatori, organizzavano l’acquisto di cocaina e la successiva commercializzazione dello stupefacente. Solo in seguito, per coprire il sistema messo in piedi, “sacrificavano” un corriere di secondo piano, arrestandolo.

I reati contestati nell’inchiesta di sei anni fa erano, tra gli altri, spaccio, falsificazione di atti d’ufficio da parte di pubblici ufficiali al fine di garantire l’impunita’ ai coindagati e contraffazione di documenti per agevolare il rinnovo del permesso di soggiorno a straniere dedite all’esercizio della prostituzione.

LEGGI ANCHE:

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»