fbpx

Tg Psicologia, edizione del 24 luglio 2020

IN SENATO ARRIVA DDL PSICUP: LO PSICOLOGO DELLE CURE PRIMARIE

Problemi legati a particolari fasi del ciclo di vita oppure all’adattamento, come lutti, perdita del lavoro, separazioni e malattie; disagi emotivi transitori dovuti ad eventi stressanti, quali per esempio quello dell’emergenza Covid-19. Sono solo alcune aree di intervento su cui lo psicologo delle cure primarie (Psicup) è chiamato ad intervenire tempestivamente, offrendo un breve supporto primario. Ne parla Paola Boldrini, capogruppo del Pd in commissione Sanità del Senato, presentando gli obiettivi del disegno di legge di cui è prima firmataria.

CATALFO: PSICOLOGO A SCUOLA SOLUZIONE IMPORTANTE CONTRO DISAGI

“La presenza di personale specializzato, a partire dallo psicologo, potrebbe essere una soluzione importante per accompagnare e seguire i processi di bambini e adolescenti che hanno particolari disagi”. A dirlo è Nunzia Catalfo, ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, audita dalla Commissione Infanzia e Adolescenza sul tema della violenza sui minori.

CALCIO, GRAUSO: A FINE STAGIONE NO ALLENAMENTI, STARE COL GRUPPO

Il campionato di calcio di serie A è completamente diverso rispetto a prima del Covid. Molte squadre non si ritrovano, non si riconoscono, perdono punti e anche lo spettacolo ne risente. “Per tornare alla normalità i giocatori devono staccare completamente da ogni attività fisica alla fine del campionato e poi si dovrà coltivare il gruppo che si è perso per lungo tempo. Lo dichiara Aldo Grauso, psicologo dello sport, membro della Commissione medico scientifica della LNPB e del Coordinamento sanitario della LND.

DAI LITIGI AI SILENZI TRA GENITORI E FIGLI DOPO IL LOCKDOWN

“Situazioni burrascose e litigi forti hanno sempre animato la vita di genitori e figli. Quest’anno, però, in seguito alla convivenza forzata dovuta alla pandemia Covid-19, abbiamo assistito a un incremento di attriti. La situazione oggi è molto complicata, ma ad alterarla ancora di più è la silenziosità. Non c’è più neanche lo strillo, l’urlo e la rabbia, perché si è creata una frattura”. Così Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’IdO, entra nel merito delle relazioni familiari dopo il lockdown.

SOPSI: DISTURBI PSICHIATRICI IN 50% CASI MALATTIE INTESTINALI

”Il 50% dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali presenta anche dei disturbi psichiatrici associati. È infatti molto elevata la presenza dei disturbi dell’area affettiva e in particolar modo di depressione maggiore e disturbi d’ansia. Dunque la gestione dei pazienti non può essere affidata solo ai gastroenterologi, ma è necessaria una stretta e intensa collaborazione con la psichiatria”. Così Giorgio Di Lorenzo, psichiatra della Sopsi, conferma gli aspetti neurobiologici delle comorbilità psichiatriche nei disturbi infiammatori gastrointestinali e indica la strada per la ricerca futura.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

24 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»