Arrestato il comandante dei Carabinieri di Cassano delle Murge

Per il maresciallo di 56 anni le accuse sono di peculato, omessa denuncia da parte di pubblico ufficiale e depistaggio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BARI – Peculato, omessa denuncia da parte di pubblico ufficiale e depistaggio: sono le accuse che hanno fatto finire agli arresti domiciliari Cosimo Maldarizzi, 56enne maresciallo dei carabinieri e comandante della stazione di Cassano delle Murge, nel Barese.

LEGGI ANCHE: Piacenza, non solo droga e torture: anche orge ed escort nella caserma dei Carabinieri

Secondo quanto si legge sull’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Bari, Paola Angela De Santis, il carabiniere due anni fa si sarebbe impossessato di una cisterna provento di furto e ritrovata assieme ad altri mezzi risultati rubati tra le province di Bari e Taranto.

LEGGI ANCHE: Spaccio, estorsione e tortura: sequestrata caserma dei Carabinieri a Piacenza, arrestati dieci militari

A conoscenza che erano in corso indagini sull’accaduto, il militare avrebbe affidato la cisterna a un suo conoscente per poi “attivarsi per il rinvenimento”, tentando di catalogare la mancata riconsegna al legittimo proprietario come “una svista”. L’arresto è stato eseguito oggi. Le indagini sono state coordinate dal magistrato delle procura di Bari, Chiara Giordano.

LEGGI ANCHE: Spaccio e forze dell’ordine, a Piacenza non è la prima volta: nel 2013 arrestati 6 poliziotti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»