Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO| Rinnovo contratto medici, Anaao: “Atteso da 10 anni, dà prime risposte”

"Attenzione a giovani, anziani e raddoppiate indennità disagio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È un contratto atteso da 10 anni. Pressoche’ l’80% delle sigle ha firmato, una maggioranza ampiamente qualificata. Un risultato globalmente da valutare positivamente e di ampia soddisfazione, date le condizioni di partenza e i vincoli messi dal Mef e dalle Regioni.

Siamo riusciti a fare le nozze con i fichi secchi, perche’ l’incremento medio fissato dal governo e’ di 200 euro pro capite lorde al mese, ma i flussi che siamo riusciti a determinare con un lavoro intenso, che ha richiesto un coordinamento strettissimo tra tutte le sigle, ci hanno permesso di ottenere qualcosa di significativo nel nostro interesse e nella difesa del Servizio sanitario nazionale. Abbiamo guardato alle criticita’ generali e non a interessi di singole categorie”.

Lo ha detto Carlo Palermo dell’Anaao Assomed, associazione medici dirigenti, commentando la firma del rinnovo del contratto dei medici e dirigenti sanitari avvenuta nel corso della notte. Insieme ai rappresentanti delle altre sigle sindacali che hanno sottoscritto il contratto, Palermo nella sede dell’Enpam di via Torino, a Roma, ha spiegato i punti salienti del contratto. “Da un punto di vista economico- ha detto- il contratto da’ delle prime risposte alle esigenze dei medici, dei veterinari, dei dirigenti sanitari che avevano lo stipendio bloccato da circa 10 anni.

È rivolto ai giovani, perche’ premia le loro retribuzioni, ma anche a chi e’ piu anziano, ai dirigenti di struttura, perche’ viene valorizzata l’indennita’ di posizione fissa a un livello tale da avere forte ripercussione sugli elementi previdenziali”. Una “attenzione particolare” e’ poi rivolta al disagio, ha detto ancora Palermo, “perche’ le indennita’ di lavoro notturno e festivo vengono raddoppiate. Siamo particolarmente contenti per aver avviato finalmente una diversa direzione nella remunerazione e valorizzazione delle carriere, che oggi sono molto piu’ dinamiche e rapide”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»