Russiagate, Renzi rinuncia a parlare per il Pd. Zingaretti: “Lesa maestà? Esagerato…”

L'ex segretario dem: "Troppe polemiche, attaccano il Matteo sbagliato". I renziani: "Il nuovo Pd ci epura"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi il Governo è in aula per parlare di Russia, rubli, 49 milioni di euro. Avevo chiesto di poter intervenire contro Salvini a nome del Pd. La cosa ha suscitato polemiche interne dentro il partito da parte dei senatori vicini alla segreteria. E siccome ritengo assurdo che nel giorno in cui Salvini deve parlare dei suoi guai, una parte del PD attacchi me ho deciso di rinunciare all’intervento, ringraziando comunque il Presidente Marcucci per la disponibilità”. Lo annuncia su facebook il senatore Pd Matteo Renzi.

LEGGI ANCHE: Franceschini apre all’alleanza Pd-M5S, Di Maio lo gela: “Noi diversi da chi non si schiera su Bibbiano”

“Penso che ci sia chi continua ad attaccare il Matteo sbagliato- aggiunge-. Ma penso anche che non valga la pena dividersi su questo: sarò in aula ad applaudire il collega che parlerà a nome del Pd. E poi alle 19 farò una diretta Facebook dicendo ciò che penso della vicenda Salvini e non solo. Ci vediamo stasera alle 19 su Facebook, buona giornata a tutti”.

LEGGI ANCHE: Renzi: “Non starò mai in un partito che fa l’accordo con il M5S”

ZINGARETTI: FRANCAMENTE NON CAPISCO, DA RUSSIAGATE A DISCUSSIONE SUL PD?

“Francamente non capisco cosa sta succedendo. Una discussione sul Russiagate sta diventando una discussione sul PD. Riguardo all’intervento in aula ho parlato ieri con il capogruppo al Senato assicurando pieno sostegno e totale autonomia al gruppo e nessun problema rispetto a qualsiasi scelta si sarebbe fatta. Mi risulta che dopo la discussione fossero tutti d’accordo. Che poi in un gruppo parlamentare diventi lesa maestà discutere su chi deve intervenire mi sembra un po’ esagerato. Ieri sera ho incontrato i due capigruppo in uno spirito molto positivo e di totale collaborazione per coordinarsi oggi dopo l’intervento di Matteo Renzi in aula a nome di tutto il Pd. Ora riesplode una polemica insensata: in momenti come questi ci vuole molta responsabilità e rispetto da parte di tutti perché gli avversari sono fuori di noi, l’Italia ci chiede di combattere uniti”. Lo scrive in una nota il segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti.

LEGGI ANCHE: Pd nel caos, Faraone pronto alla scissione: “Cacciato per ‘vaffa’ ad alleanza con M5S”

MORANI: NUOVO PD CI EPURA, HA DECISO CHE RENZI NON PARLA IN SENATO

“Il ‘nuovo Pd’ ha deciso che Matteo Renzi non deve parlare in Senato. Dopo averci epurato dalle Tv ora ci impediscono anche di svolgere il nostro mandato parlamentare. Proprio ‘nuovo’ questo Pd. Complimenti davvero”. Lo scrive su Twitter la deputata del Pd Alessia Morani.

LEGGI ANCHE: Alleanza tra Pd e M5s? “Si può fare, ecco come”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»