Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cooperative, Di Maio: “Lotta senza quartiere alle false, faremo legge”

L'intervento del vicepremier all'assemblea nazionale alleanza cooperative italiane
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Pugno duro del governo contro le false cooperative. Lo promette il ministro allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio. Intervenendo all’assemblea nazionale dell’alleanza delle cooperative italiane, il vicepremier spiega: “Sarà rafforzata la vigilanza sulle false cooperative. I vantaggi riservati alla cooperazione saranno invece preservati per la vera cooperazione. Non ci nascondiamo che nel settore del credito, quello sociale e non solo, sono pochi i casi di falsa cooperazione ma altisonanti e clamorosi. Molti nascono negli studi dei commercialisti per aggirare la fiscalita’ di impresa. Faremo una lotta senza quartiere contro le false cooperative. L’obiettivo è promuovere una legge contro le false cooperative iniziando dalla calendarizzazione della legge di iniziativa popolare”.

“La lotta senza quartiere” alle false cooperative, continua Luigi Di Maio, il governo la condurrà anche “con i tavoli di crisi presso il ministero. Tante volte- spiega- ci troviamo alle porte del ministero persone licenziate a causa di chi imprese che usano lo strumento delle false cooperative. Su questo possiamo lavorare insieme. È sempre stata mia intenzione fare una profonda distinzione tra il vostro spirito cooperativo e i furbi che stanno danneggiando molto l’immagine di un settore importante per il nostro Paese”. Sul sostegno al lavoro delle cooperative ‘vere’, conclude il ministro allo Sviluppo, “troverete l’impegno di tutto il governo della Repubblica italiana”.

L’ALLEANZA PLAUDE A DI MAIO: E’ IL NOSTRO MINISTRO

“Luigi Di Maio è il ministro della Cooperazione, il nostro interlocutore naturale nell’alleanza tra cooperative e ministero del Lavoro e dello Sviluppo”. C’è un feeling particolare tra l’Alleanza delle Cooperative italiane, riunite oggi in Assemblea, e il vicepremier leader del Movimento 5 stelle. E’ Maurizio Gardini, presidente del coordinamento nazionale costituito dalle Associazioni più rappresentative della cooperazione italiana (Agci, Confcooperative, Legacoop) a dare il benvenuto a Di Maio nel suo discorso introduttivo ai lavori, coordinati insieme ai copresidenti Mauro Lusetti e Brenno Begani. 

“Confermiamo la nostra piena collaborazione ai tavoli su tutti i dossier che interessano l’intero panorama delle imprese italiane- sottolinea Gardini- La cooperazione è un alleato importante con tutte le sue attività e un Paese che sta meglio e proiettato verso futuro è un Paese in pace con le sue istituzioni”.

Tra le richieste dell’Associazione al governo quella di approvare urgentemente la legge contro le false cooperative sulla quale, fa presente Gardini, sono state raccolte 120 mila firme per una proposta di legge di iniziative popolare ma che nella scorsa legislatura è rimasta ferma in Parlamento. Di Maio promette un rafforzamento della vigilanza contro chi usa lo strumento cooperativo come falsa copertura per attività di impresa e si impegna per una rapida caledarizzazione del ddl in aula.

Un lungo applauso della platea accompagna l’intervento del ministro al quale l’Alleanza delle cooperative riserva un omaggio: un quadro di gino covili su un piatto di ceramica.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»