NEWS:

Italia meta per vacanze estive: a luglio in arrivo 18 milioni di turisti

I dati emergono dalla nota previsionale 'Tourism Forecast Summer July 2024' dell'Istituto Demoskopika

Pubblicato:24-06-2024 09:27
Ultimo aggiornamento:24-06-2024 09:27
Autore:

sicilia_costa_volo_atterrare
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Le previsioni sull’imminente mese di luglio segnerebbero un incremento dei flussi turistici in Italia: ben 18,2 milioni di arrivi e 75,6 milioni di presenze, con una crescita rispettivamente pari all’1,5% e all’1,0% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, segnato da quasi 18 milioni di arrivi e 74,9 milioni di pernottamenti.

+263MILA ARRIVI RISPETTO AL 2023

In altri termini, si dovrebbe registrare un incremento di 263 mila arrivi e 755 mila presenze rispetto a luglio dello scorso anno. In crescita anche il mercato dell’incoming: a optare per una destinazione italiana sarebbero poco meno di 10 milioni di stranieri (+3,6%) pari al 54,8% del totale degli arrivi previsti, generando ben 38,8 milioni di presenze (+2,0%). E, inoltre, il verificarsi di uno scenario proattivo, potrebbe produrre un effetto ‘rialzista’ sulle stime complessive: circa 19,3 milioni di arrivi e 78,6 milioni di presenze con una variazione in crescita, rispetto allo stesso periodo del 2023, pari al 7,2% e al 5,0%. E rispetto al 2019? Gli arrivi sarebbero in crescita del 4,8% mentre i pernottamenti dell’1,3%. Per il mese di luglio, infine, i flussi in Italia potrebbero generare una spesa turistica pari a 17,9 miliardi di euro con una variazione in crescita del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2023.

I dati emergono dalla nota previsionale ‘Tourism Forecast Summer July 2024’ dell’Istituto Demoskopika che ha stimato i principali indicatori turistici: arrivi, presenze e spesa turistica. “Le nostre previsioni- dichiara Raffaele Rio, presidente di Demoskopika- confermano, anche per il mese di luglio, una tendenza in crescita dei flussi turistici nel nostro paese. Da evidenziare, inoltre, che secondo le nostre stime, si potrebbe registrare, per il mese osservato, il livello di internazionalizzazione più alto dal 2010 sia per gli arrivi che per le presenze”. “Continuo a credere nella programmazione quale leva di crescita qualitativa dell’intero comparto. In questa direzione- annuncia Raffaele Rio- stiamo lavorando per dar vita ad Appeal, un think tank innovativo che nasce prioritariamente per promuovere politiche strategiche finalizzate ad un rafforzamento più consapevole del turismo italiano. Un’alleanza di stakeholder nei sistemi turistici territoriali per elaborare proposte concrete in alcune aree chiave, tra cui sostenibilità ambientale, innovazione, formazione, promozione internazionale e assetto istituzionale. Una piattaforma di misure, azioni e suggerimenti- conclude Raffaele Rio- per favorire uno sviluppo turistico sostenibile e di qualità”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy