hamburger menu

La Serie A parte in anticipo: a Ferragosto scatta la caccia al Milan

Il Mondiale in Qatar rivoluziona il calendario della prossima stagione. I campioni d'Italia iniziano a San Siro con l'Udinese, l'Inter va a Lecce e la Juventus ospita il Sassuolo. Si chiude il 4 giugno

24-06-2022 18:19
CALCIO_MILAN
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Parte il fine settimana del 13-14 agosto la rincorsa al Milan campione d’Italia. Mai la Serie A era iniziata così presto, negli ultimi anni uno dei tornei ad avvicinarsi a una data così anticipata era stato quello del 2018, iniziato il fine settimana del 19 agosto. Il calendario è rivoluzionato anche a causa del Mondiale in Qatar, un’altra novità in senso assoluto visto che per la prima volta il torneo iridato si disputerà in inverno: il campionato di Serie A, infatti, si fermerà il 13 novembre, quando è in programma la giornata numero 15, per riprendere il 4 gennaio 2023 con il sedicesimo turno.

Per quanto riguarda la data più importante, quella dell’ultima giornata di campionato, anche qui siamo di fronte ad una (quasi) novità. La Serie A 2022/23 si concluderà infatti il 4 giugno e non si chiudeva così ‘tardi’ dal campionato 2000/01, anche allora per ‘colpa’ di un grande evento come i Giochi Olimpici di Sydney 2000, che si disputarono dal 15 settembre all’1 ottobre 2000. Per evitare una concomitanza, infatti, la Serie A iniziò il 30 settembre e si concluse il 17 giugno del 2001 con lo scudetto vinto dalla Roma proprio all’ultima giornata.

Diversi i criteri stabiliti per la compilazione del calendario. Ad esempio, è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per determinate coppie di società, Empoli-Fiorentina, Inter-Milan, Juve-Torino, Lazio-Roma e Napoli-Salernitana. Oppure non sono stati programmati scontri tra Milan, Inter, Napoli, Juventus, Lazio, Roma e Fiorentina nei turni infrasettimanali. Stesso discorso per i derby, esclusi anche alla prima giornata.

LEGGI ANCHE: Lega Serie A e Puma svelano ‘Orbita’, il pallone della stagione 2022-23

UN CAMPIONATO SEMPRE PIÙ SPEZZATINO

In un campionato sempre più condizionato dalle scelte televisive, spiccano gli otto orari diversi stabiliti per le sfide in calendario. Si parte con tre anticipi al sabato, in altrettanti orari diversi, ore 15, 18 e 20.45; si prosegue la domenica, con un anticipo alle 12.30, tre gare alle 15, un posticipo alle 18 e uno alle 20.45. Infine, il lunedì alle 20.45 l’ultimo posticipo. Altro passaggio importante riguarda la prosecuzione o il recupero di gare interrotte o rinviate: i recuperi saranno programmati nei 15 giorni successivi alla data della partita o, se non fosse possibile, alla prima data utile successiva.

LA PRIMA GIORNATA DI CAMPIONATO

Andando a leggere il primo turno di campionato, il Milan campione aprirà la sua stagione in casa con l’Udinese, mentre spiccano Verona-Napoli, l’esordio in casa della Fiorentina con la Cremonese tornata in A dopo tanto tempo e l’impegno in casa con il Torino per il Monza di Silvio Berlusconi.

Ecco il programma della prima giornata:

Fiorentina-Cremonese

Verona-Napoli

Juventus-Sassuolo

Lazio-Bologna

Lecce-Inter

Milan-Udinese

Monza-Torino

Salernitana-Roma

Sampdoria-Atalanta

Spezia-Empoli

I DERBY DELLA SERIE A 2022-23

Per quanto riguarda i derby, quello della Madonnina è in programma alla quinta giornata, con Milan-Inter, e alla 21esima, Inter-Milan. La stracittadina della Capitale vedrà il suo primo atto il 6 novembre, giornata numero 13, con Roma-Lazio, il ritorno alla 27esima giornata, 19 marzo, con i biancocelesti padroni di casa. Torino-Juventus andrà in scena alla giornata 10, mentre il ritorno sarà al 24° turno. A proposito di Berlusconi: il Monza sfiderà il ‘suo’ Milan alla giornata numero undici, a San Siro, e in Brianza alla numero ventitré.

Già al terzo turno in calendario due sfide di alto livello: Juventus-Roma e Lazio-Inter. Altro big match quello tra Milan e Juventus: alla nona giornata si gioca a San Siro, alla 37esima allo Juventus Stadium di Torino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-24T18:19:15+02:00