Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bianchi: “Sport diventi elemento fondante, ha valore educativo”

patrizio bianchi
Il ministero dell'Istruzione, in occasione delle Olimpiadi del 2026 porterà avanti quattro progetti educativi che coinvolgeranno direttamente i giovani e gli atleti paraolimpici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Stiamo lavorando perché lo sport diventi un elemento fondante, un valore educativo fin dalla scuola primaria. Lo sport deve essere per tutti”. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi è intervenuto così oggi, durante la conferenza stampa in occasione del secondo anniversario dell’assegnazione a Milano Cortina delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali 2026 nel Salone d’Onore del Coni, a Roma.

“La fiaccola della scuola è accesa, non è vero che è stata spenta. E questa fiaccola la porteremo a Milano-Cortina e anche oltre”, ha aggiunto Bianchi. Il ministero dell’Istruzione, infatti, in occasione delle Olimpiadi del 2026 porterà avanti quattro progetti educativi che coinvolgeranno direttamente i giovani e gli atleti paraolimpici. Gli studenti italiani, inoltre, saranno chiamati a disegnare la mascotte di Milano-Cortina.

“In Italia molti praticano lo sport dell”andrà tutto male’. Invece dobbiamo provarci, dimostriamo che il nostro è un Paese capace di assumersi un impegno a livello internazionale. Abbiamo cinque anni davanti per costruire questo progetto insieme. Questo è il modo per uscire dalla pandemia dell’individualismo e dell’indifferenza”, ha concluso Bianchi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»