Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Haiti, Di Maio: “È stato liberato l’ingegnere catanese Calì”

giovanni calì
"Il nostro connazionale era stato prelevato da un gruppo criminale locale presso il cantiere dove lavorava"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Liberato ad Haiti l’ingegnere Giovanni Calì, rapito il primo giugno: lo ha annunciato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, con un messaggio su Twitter. “Il nostro connazionale era stato prelevato da un gruppo criminale locale presso il cantiere dove lavorava” si legge ancora nel testo. “Grazie alla nostra intelligence e all’Unità di crisi della Farnesina”. Calì, originario di Catania, in Sicilia, è un professionista del settore delle costruzioni.

IL SINDACO DI CATANIA: “CALÌ PROVATO MA IN DISCRETE CONDIZIONI SALUTE

“La notizia della liberazione dell’ingegnere Vanni Calì ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai familiari e ai tanti amici e conoscenti di un professionista apprezzato per le sue qualità umane e lavorative. Stamattina ho sentito la figlia Alessia che mi ha riferito di avere sentito al telefono papà, molto provato, ma in discrete condizioni di salute”. Lo ha detto il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, commentando la notizia della liberazione dell’ingegnere catanese Vanni Calì, sequestrato lo scorso 1 giugno mentre compiva dei rilievi tecnici per realizzare un’arteria stradale per conto di un’impresa di costruzioni laziale. “Nelle prossime ore la Farnesina, a cui va dato atto di avere con agito con particolare sagacia e concretezza, renderà note le modalità del rientro in Italia da Haiti – ancora Pogliese -. Noi lo aspettiamo a Catania per dimostrargli tutto l’affetto della comunità etnea per questo brutta esperienza che è stato costretto a subire, per mano di malfattori”.

MUSUMECI: “GIORNO DI FESTA PER LA LIBERAZIONE DI CALÍ”

“Sono felice che Vanni Calì sia stato liberato e che prestissimo possa riabbracciare la sua famiglia. Dopo 22 difficili giorni per lui, e di profonda preoccupazione per quanti gli vogliono bene, oggi è doppiamente giorno di festa. A Giovanni, per il suo onomastico, un abbraccio per ora solo virtuale”. Lo dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»